TERREMOTO, IL RAPPORTO BARBERI: LO STUDIO, IGNORATO, CHE METTE A NUDO LE VULNERABILITA’ IN CASO DI SISMA

E’ stato uno degli argomenti della trasmissione Presadiretta in onda su Rai3. Conosciuto da pochi, ignorato da quasi tutti gli amministratori. Oggi probabilmente anche superato riguardo le vulnerabilita’ degli edifici pubblici e strategici.

Datato infatti al 1996-1997, e’ probabile siano state eseguite modifiche agli edifici, come ampliamenti o sopraelevazioni (un esempio e’ la scuola di San Giuliano di Puglia, che nel rapporto, prima della fatale sopraelevazione, aveva una vulnerabilita’ media).

Così come e’ datata la classificazione sismica all’epoca del rapporto. Un esempio della scarsa attenzione della classe politica italiana, riguardo la sicurezza dei propri elettori.

Il rapporto Barberi, il cui titolo e’ “Censimento di vulnerabilita’ degli edifici pubblici strategici e speciali nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia Orientale” e’ costituto da 3 volumi.

Due i volumi reperibili al momento in formato elettronico,  disponibili ai link che seguono.

VOLUME 1: RELAZIONE GENERALE
VOLUME 2: DATI REGIONALI
VOLUME 3:  Graduatorie di Vulnerabilita’ (non disponibile in formato elettronico)

COMMENTI