NUOVE NTC, GEOLOGI: ‘NON CONSENTONO PREVENZIONE E MESSA IN SICUREZZA’

CONDIVIDI

ingegneri

Le Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) “non rappresentano un idoneo strumento per la prevenzione e la messa in sicurezza del già fragile territorio nazionale”.

Questo, ha affermato in una interrogazione alla Camera la deputata M5S, Claudia Mannino, è l’idea del Consiglio Nazionale dei Geologi .Secondo la deputata , il decreto ministeriale di approvazione delle nuove NTC non è ancora ultimato, ma già emergono alcune criticità
 
Il Consiglio Nazionale dei Geologi, ha riferito la deputata, ritiene che, in modo differentemente da quanto viene fatto all’estero, nelle nuove norme tecniche la progettazione non tiene conto del modello geologico, geologico stratigrafico e sismostratigrafico.

A seguito di questi rilievi, il sottosegretario per le Infrastrutture e i Trasporti, Umberto Del Basso De Caro, ha assicurato che il Consiglio Superiore dei lavori pubblici ha nominato una commissione, formata anche da geologi e geotecnici, per valutare quanto segnalato.

Il Consiglio Nazionale dei Geologi e dalla Comunità Scientifica Geologica Italiana, aveva prodotto nei giorni scorsi un documento in cui esprimeva forte preoccupazione per i contenuti delle “Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni” che il Governo ha in corso di approvazione.

Potete scaricare la a questo link la nuova “Bozza di revisione delle Norme Tecniche per le Costruzioni” (NTC).

Questa versione del documento riporta in colore rosso tutte le modifiche intercorse, nel corso della procedura di concerto interministeriale, rispetto al testo Allegato al parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici n.53/2012, espresso nell’Adunanza dell’Assemblea Generale del 14 novembre 2014.

Fra queste, evidenziate in celeste, sono riportate le modifiche da ultimo richieste dal Dipartimento per la Protezione Civile con nota n. SIV/0027712 del 01.06.2016.