Sangue e cemento – le verità nascoste sul terremoto in Abruzzo

CONDIVIDI

Libro sangue e cementoSegnaliamo questo libro, con relativo DVD, di Marco Travaglio.

– Perché L’Aquila non era inserita nella fascia 1 di pericolosita’ sismica?
– Perché non era stata disposta nessuna politica antisismica nel territorio abruzzese?
– Perché dopo l’inizio dello sciame sismico (ottobre 2008) non erano state disposte misure adeguate?
– Perché si consente di costruire nelle zone sismiche con materiali mescolati con troppa acqua, sabbia salata, ferro di cattive colate, insomma perché si costruiscono edifici destinati a crollare?
– Perché si tollerano le infiltrazioni della criminalita’ organizzata nell’edilizia delle zone sismiche?
– Perché le imprese che hanno costruito gli edifici crollati non vengono escluse dalla ricostruzione?
– Perché la ricostruzione viene gestita al riparo del controllo della popolazione?
– Perché si accetta che il governo abbia fatto del terremoto dell’Aquila uno spot elettorale?
– Perché la satira deve subire delle censure se si limita a dire che “il re e’ nudo!”?
– Perché solo alcuni mass media hanno posto queste domande?
– Perché la notte del 6 aprile 2009 sono morte 299 persone?

Sul sito di Editori Riuniti un breve trailer del DVD.