Ordinanza 3806: criteri per l’assegnazione delle C.A.S.E.

CONDIVIDI

Aggiornamento del 18 settembre: Elenchi C.A.S.E. e MAP (provvisori)

Sara’ il sindaco dell’Aquila ad individuare, con proprio decreto, i nuclei familiari che verranno ospitati nei complessi antisimici del progetto C.A.S.E., destinati ai cittadini aquilani che hanno avuto esito di agibilita’ E, F o che si trovano in “zona rossa”. E’ quanto previsto dall’ordinanza n. 3806 firmata il 14 settembre dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

Nella definizione delle graduatorie avranno la priorita’ i nuclei familiari numerosi, composti da almeno tre persone o da un solo genitore con figlio a carico, che potranno andare ad abitare in una zona il più possibile vicina a quella dove vivevano prima del 6 aprile.


I componenti della famiglia devono essere cittadini italiani, dell’unione europea, o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno e non devono avere a disposizione soluzioni abitative alternative, anche in affitto, nel comune dell’Aquila e nei comuni vicini.

Nell’assegnazione delle case, verra’ tenuto conto anche della presenza in famiglia di disabili, anziani, studenti e minori in eta’ prescolare. Verra’ considerata anche l’eventuale occupazione lavorativa nella regione Abruzzo al momento del terremoto. Nel momento in cui viene assegnata la nuova sistemazione, non potra’ più essere richiesto il contributo di autonoma sistemazione.

Sara’ sempre il sindaco dell’Aquila ad individuare i cittadini delle frazioni, con l’abitazione distrutta o classificata con esito di agibilita’ E o F, che avranno diritto all’assegnazione dei Moduli abitativi provvisori.

Scarica l’ordinanza n.3806

Tags: ,