Ordinanza 3810: requisizione edifici privati non utilizzati

CONDIVIDI

L’ordinanza n.3810 del 21 settembre considera la necessita’ di fronteggiare prima dell’inverno l’emergenza abitativa riscontrata durante le rilevazioni di agosto e settembre nei comuni colpiti dal terremoto.

Il provvedimento considera quindi che occorre procedere alla requisizione di edifici privati non utilizzati per il tempo necessario al rientro dei cittadini nelle proprie abitazioni riparate o ricostruite.


L’ordinanza individua il soggetto di cui si avvale il Commissario delegato per il supporto alle attivita’ di requisizione degli immobili.

I contratti relativi alle utenze domestiche per acqua, energia elettrica e gas, delle abitazioni requisite, possono essere intestati agli assegnatari, anche senza il consenso dei titolari.

Quanto ai Moduli Abitativi Provvisori (MAP) e i Moduli ad Uso Scolastico Provvisori (MUSP) l’ordinanza prevede inoltre che queste strutture e le relative aree occupate o espropriate siano assegnati in proprieta’ a titolo gratuito ai comuni in cui sono stati realizzate.

Scarica l’ordinanza n.3810

Tags: