Video – Berlusconi a L’Aquila: città blindata, tensioni e manifestazioni dei cittadini

CONDIVIDI

Bloccata l’auto di Antonio Cicchetti, vice-commissario alla ricostruzione. I manifestanti gli ricordano la condanna definitiva da parte della corte dei conti d’Abruzzo.

Il percorso che va dall’uscita del casello autostradale L’Aquila Ovest fino alla Scuola della Guardia di Finanza e’ presidiato da numerose pattuglie delle forze dell’ordine, in particolare Polizia, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato e Vigili Urbani.

Stando alle dichiarazioni di alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine il presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, arriverebbe all’Aquila tra le 16.30 e le 17. Questa e’ l’informazione comunicata alle forze dell’ordine che presidiano il percorso che fara’ in auto Berlusconi che intorno alle 15 comunque era ancora segnalato in visita nel Veneto segnato dall’alluvione.

Nuclei antisommossa davanti alla caserma della Finanza
Lo spiegamento di forze dell’ordine lungo il percorso che probabilmente sara’ fatto dal Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e’ intensificato all’altezza della rotatoria che immette poi lungo il viale che arriva alla struttura della scuola della Guardia di Finanza. In quel punto c’é la presenza del presidio dei comitati cittadini e per evitare incidenti sono pronti a intervenire i nuclei anti sommossa di polizia e carabinieri che hanno a disposizione anche dei mezzi blindati. Lungo il rettilineo che porta alla scuola della Guardia di Finanza, sul marciapiede si intravede un uomo che sotto la pioggia lascia sventolare una bandiera del Popolo della Liberta’.

Striscioni di protesta e tensioni
“Basta con le cricche d’affari”. E poi: “processo breve per lui, ricostruzione lenta per noi”. Ed ancora: “macerie di democrazia. Venti novembre: L’Aquila chiama Italia”, in vista della manifestazione che si terra’ nel capoluogo abruzzese il prossimo 20 novembre.
Questi gli striscioni che attendono l’arrivo del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Alcuni manifestanti stanno infatti attendendo il premier nell’ultima rotatoria prima dell’imbocco della strada che porta alla caserma di Coppito, dove si svolgera’ la cerimonia di consegna delle onorificenze della Protezione Civile alle strutture operative che sono state impegnate in Abruzzo per l’emergenza terremoto.
Il presidente del Consiglio prendera’ parte alla cerimonia e assistera’ all’allenamento della squadra locale di rugby. L’arrivo del premier e’ atteso all’Aquila tra circa un’ora. I manifestanti si trovano alla rotatoria d’ingresso del viale che conduce alla Scuola. Ci sono carriole cche contengono mattoni, a simboleggiare una ricostruzione che non c’e’ ancora, ma anche cartelli con scritto “Tu bunga bunga, noi macerie macerie”. Un cordone di polizia impedisce comunque ai manifestanti di andare oltre la rotatoria.

Momenti di tensione, invece, si sono registrati al passaggio dell’auto del vice commissario per la ricostruzione, Antonio Cicchetti. La sua Audi, con autista, e’ stata bloccata nei pressi della rotatoria e la polizia e’ dovuta intervenire per evitare aggressioni. L’auto e’ stata anche presa a calci da alcuni manifestanti che gridavano “vergognati, sei un condannato”.