Crepati dentro. Voci per uscire dal silenzio (video)

CONDIVIDI

“Crepati dentro. Voci per uscire dal silenzio”, regia di Francesco Paolucci (www.diceche.com)
Una produzione Festival L’Aquila Fenice e Minimondi, a sostegno della manifestazione “SOS L’Aquila chiama Italia” di sabato 20 novembre 2010.
Un video con le testimonianze di oltre trenta intellettuali italiani sulla situazione aquilana. Abbiamo avuto l’idea di creare un piccolo film con varie interviste ap ersonaggi del mondo della cultura e dell’informazione – dichiarano i responsabili dell’Aquila Fenice – perché vorremmo riflettere e far riflettere sulla necessita’ di una forte ricostruzione culturale e sociale del Paese, partendo dalle emblematiche rovine aquilane.

La prima parte delle testimonianze

Il video e’ così rivolto non solo agli aquilani ma a tutti, per stimolare alla “difesa” del nostro patrimonio culturale e ambientale”.

Hanno aderito al progetto dell’Aquila Fenice, tra gli altri: Lirio Abbate, Eraldo Affinati, Francesco Altan, Corrado Augias, Sonia Bergamasco, Giorgio Bocca, Mimmo Calopresti, Gianrico Carofiglio, Maurizio Chierici, Gherardo Colombo, Mauro Covacich, Concita De Gregorio, Elio delle Storie Tese, Faso di Elio e le Storie Tese, Francesco Erbani, Ernesto Ferrero, Emiliano Fittipaldi, Andrea Garibaldi, Fabrizio Gifuni, Linus, Dacia Maraini, Neri Marcoré, Eleonora Martini, Mario Monicelli, Valentino Parlato, RolandoP icchioni, Chiara Rapaccini, Beppe Sebaste, Marino Sinibaldi, Bianca Stancanelli, Paolo Taviani, Vittorio Taviani, Luca Telese.

L’Aquila Fenice, nasce da Minimondi, il Festival di Letteratura perl’infanzia di Parma e Provincia – ideato e diretto da Silvia Barbagallo- che e’ giunto nelle tendopoli aquilane gia’ nel luglio 2009, portando incontri e laboratori con numerosi autori e illustratori.
Nell’ottobre dello stesso anno, quando tutte le scuole cittadine vengono trasferite nei MUSP, Minimondi torna portando nuovi eventi e incontri. Oltre alla letteratura per bambini e ragazzi, l’associazione Minimondi e’ attenta ai problemi derivanti dal dramma del 6 aprile.
Per questo ha organizzato incontri con giornalisti d’inchiesta quali Lirio Abbate, Iolanda Bufalini, Paolo Fallai, Riccardo Iacona, Gabriele Polo, Marino Sinibaldi, Bianca Stancanelli.

E’ nato un forte legame con le realta’ intellettuali e artistiche del territorio e con esso la volonta’ di rendere annuale l’appuntamento. Nell’ottobre 2010 il Festival viene riproposto come L’Aquila Fenice, a significare la volonta’ di creare una edizione tutta aquilana con una sezioneanche per adulti.

Il ricchissimo programma ha visto il coinvolgimento di 120 classi, 3000 bambini, 15 case editrici e 45 autori. Per gli adulti sono state presentate opere di impegno civile scritte da Emiliano Fittipaldi, Andrea Garibaldi e Giuseppe Salvaggiulo, Francesco Erbani, Antonello Caporale.

Nel corso dell’anno scolastico seguiranno nuovi incontri nelle scuole e con adulti.

Gia’ confermati per la primavera 2011 Angelo Branduardi e Gherardo Colombo.