Antimafia: senza rinnovo, a fine gennaio scade la collaborazione del Pm Olga Capasso

CONDIVIDI

“Conosco Olga Capasso da molti anni, e’ un magistrato molto bravo, mi farebbe piacere rimanesse a collaborare con me”.
Lo ha detto il procuratore distrettuale antimafia dell’Aquila, Alfredo Rossini, commentando il fatto che, a fine gennaio, terminera’ la collaborazione con il Pm Olga Capasso, magistrato della Direzione Nazionale Antimafia, distaccata all’Aquila dopo il terremoto del 6 aprile 2009 come rinforzo nella lotta alle eventuali infiltrazioni mafiose nella fase di emergenza e della ricostruzione post sisma.

Il procuratore non ha voluto aggiungere altro sulla vicenda, ma appare chiaro che un’eventuale partenza della dottoressa Capasso ridurrebbe il potenziale investigativo della Procura distrettuale, soprattutto in un momento in cui, qualora dovesse decollare la cosiddetta ricostruzione pesante, il problema infiltrazione si rifarebbe stringente.

Questo alla luce del regime di indennizzo, cioé il contributo diretto ai cittadini, i quali possono affidare appalti milionari con trattativa privata senza avere informazioni preventive sulla ditta.

Tra l’altro, la carenza di controlli istituzionali e’ stata denunciata da fonti della stessa Procura distrettuale antimafia dell’Aquila.”