A24, diario italiano. “Festa della Liberazione e dei Lavoratori”

 

Una settimana intensa. Il 25 aprile, un nutrito gruppo di cittadini ha violato la zona rossa per commemorare, in Piazza IX Martiri, le vittime dell’eccidio nazi-fascista del 23 settembre 1943 e per affiggere una targa in ricordo di Vittorio Arrigoni: “Vincitore e’ il sognatore che non si arrende mai. Restiamo umani”.
La domenica successiva, 1 maggio, in pochi hanno festeggiato la giornata dei lavoratori. Cresce, drammaticamente, il numero di disoccupati e di cassaintegrati. Umberto Trasatti, segretario provinciale CGIL, scatta per noi la fotografia di una economia al collasso.

Ascolta la puntata

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

COMMENTI