MANOVRA ANTI-CRISI: TUTTE LE NOVITA’ AL VOTO FINALE DELLA CAMERA

CONDIVIDI

15 dicembre 2011 – Possibile deroga al tetto degli stipendi dei dirigenti della pubblica amministrazione, regole piu’ severe per le commissioni di massimo scoperto applicate dalle banche ai clienti e tabacco sfuso piu’ caro (e non le sigarette) per compensare l’attenuazione della tassa sulle auto e le barche di lusso.

Sono alcune delle ultime novita’ della manovra “salva-Italia” su cui oggi il governo ha posto la fiducia alla Camera. Il voto finale di Montecitorio sul decreto e’ previsto per domani ed entro la prossima settimana dovra’ ottenere il via libera definitivo del Senato. Intanto dopo i farmacisti, che per il momento hanno congelato lo sciopero, anche gli edicolanti annunciano la serrata contro la liberalizzazione della rete di vendita dei giornali. Le edicole rimarranno chiuse il 27, il 28 e il 29 dicembre.

Queste le principali novita’ del decreto:

-TORNA LA TASSA SULLA PRIMA CASA, DETRAZIONI FINO A 600 EURO Torna l’Ici-Imu sulla prima casa: 0,4% con una detrazione sui primi 200 euro. Aumento delle detrazioni per le famiglie: 50 euro di sconto per ciascun figlio di eta’ non superiore a 26 anni, che viva e abbia la residenza nella casa adibita ad abitazione principale, sino a 400 euro.

– PENSIONI, SALE ETA’ MINIMA E ANZIANITA’ Si passa al sistema contributivo pro-rata. Dal 2012 l’eta’ minima per andare in pensione sara’ di 66 anni per gli uomini e di 62 per le donne. Dal 2018 anche le donne usciranno dal lavoro da 66 anni. Le pensioni di anzianita’ saranno possibili con 42 anni e 1 mese di contributi per gli uomini e 41 anni e 1 mese per le donne. Chi vorra’ uscire prima dovra’ pagare una penale.
Abolita la finestra mobile e le quote di anzianita’. Incentivi per chi decidera’ di lavorare sfino a 70 anni.

– STOP INDICIZZAZIONE, SALVI ASSEGNI FINO A 1.400 EURO Bloccata l’indicizzazione delle pensioni per i prossimi due anni. Salve le pensioni fino a tre volte il trattamento minimo Inps, circa 1.400 euro.

– CLASSE 52, IN PENSIONE CON 64 ANNI E 35 CONTRIBUTI IN 2012 Ai lavoratori dipendenti del settore privato con un’anzianita’ contributiva di almeno 35 anni entro il 31 dicembre 2012 e che avrebbero maturato i requisiti per la pensione entro il 31 dicembre 2012, sara’ consentito “in via eccezionale” di andare in pensione anticipata con non meno di 64 anni.

– ASSEGNI ROSA Potranno andare in pensione a 64 anni le donne che al 31 dicembre 2012 abbiano un’anzianita’ contributiva di almeno 20 anni e un’eta’ anagrafica di almeno 60 anni.

– SALVI LAVORATORI TERMINI IMERESE Rientrano nella deroga alle nuove norme i lavoratori Fiat di Termini Imerese.

– PENALIZZAZIONE PENSIONI ANTICIPATE Le pensioni d’anzianita’ contributiva maturate prima del primo gennaio 2012 subiranno una riduzione dell’1% per ogni anno di anticipo rispetto all’eta’ minima di 62 anni, del 2% per ogni anno di ulteriore anticipo rispetto a due anni.

– CONTRIBUTO SOLIDARIETA’ SU PENSIONI D’0RO Passa dal 10 al 15% il contributo di solidarieta’ sulle pensioni d’oro. Il prelievo e’ fissato al 15% per la parte eccedente i 200.000 euro.

– AUMENTO ALIQUOTE ARTIGIANI Aumentano i contributi pensionistici per artigiani e commercianti: fino ad arrivare nel 2018 al 24%.

– TETTO STIPENDI MANAGER PUBBLICI CON DEROGHE Arriva il tetto al trattamento economico dei manager pubblici. Sara’ usato come parametro massimo lo stipendio del primo presidente della Corte di Cassazione. Previste “deroghe motivate” per le posizioni apicali ma non per ministri e sottosegretari.

– TASSA ANONIMATO SU CAPITALI SCUDATI I capitali scudati saranno soggetti a un’imposta di bollo speciale annuale del 4 per mille. Per gli anni 2012 l’aliquota sara’ del 10 per mille e per il 2013 del 13,5 per mille.

– IMPOSTA BOLLO SU IMMOBILI ALL’ESTERO Arriva inoltre l’imposta di bollo dello 0,76% sul valore degli immobili situati all’estero da persone fisiche residenti in Italia.

– IMPOSTA BOLLO SUI CONTI CORRENTI E CONTI TITOLI Viene estesa ai conti titoli, alle polizze vita e ai fondi mobiliari.
Esentati dall’imposta di bollo sugli estratti conto i conti correnti con una giacenza media annua pari a 5000 euro. I buoni fruttiferi postali saranno tassati dello 0,1% nel 2012 e dello 0,15% dal 2013.

– PRELIEVO SU ATTIVITA’ FINANZIARIE ALL’ESTERO E’ istituita un’imposta dell’1 per mille annuo per il 2011 e il 2012 e dell’1,5 per mille a decorrere dal 2013 sul valore delle attivita’ finanziarie detenute all’estero dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato.

– TAGLI STIPENDI PARLAMENTARI Saranno l’esecutivo e il Parlamento ad assumere iniziative immediate, ciascuno nell’ambito delle proprie attribuzioni”, per livellare gli stipendi dei parlamentari italiani a quelli europei.

– SFORBICIATA COMPONENTI CNEL Il numero dei componenti del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro scende a 64.

– PROVINCE Gli organi in carica delle province decadranno a scadenza naturale. La scadenza non sara’ quindi anticipata e per gli organi provinciali che dovevano essere rinnovati l’anno prossimo non si andra’ piu’ al voto ma saranno nominati dei commissari ad acta fino alla riforma.

– TETTO 1.000 EURO PAGAMENTI E PENSIONI CASH P.A. Innalzato il limite da 500 a 1.000 euro per i pagamenti, comprese le pensioni, in contanti da parte delle amministrazioni pubbliche.

– TETTO PER COMMISSIONI CARTA DI CREDITO Tetto massimo dell’1,5% per le Commissioni a carico dei commercianti sui pagamenti effettuati con carta di credito.

– SGRAVI IRAP PER CHI ASSUME Deducibilita’ integrale dell’Irap-lavoro per le imprese che assumono lavoratori e lavoratrici per un importo di 1,5 miliardi nel 2012, 2 mld nel 2013 e nel 2014. Previsti interventi a favore di donne e giovani per 1 miliardo l’anno fino al 2014.

– LIBERALIZZAZIONI SCATTERANNO DAL 2012 Scattera’ dal 2012 l’avvio delle liberalizzazioni delle attivita’ economiche. – TAXI Escluso dalle liberalizzazioni il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea.

– EDICOLE IN SCIOPERO Edicole chiuse il 27,28 e 29 dicembre contro la liberalizzazione della rete di vendita dei giornali.

– FARMACIE Per i farmaci di fascia ‘C’ sara’ possibile la vendita negli esercizi commerciali. Quelli per cui serve la ricetta potranno essere venduti solo nelle farmacie, cosi’ come quelli del sistema endocrino e quelli iniettabili.

– TETTO COMPENSI MANAGER Tetto massimo per i compensi dei manager delle societa’ non quotate direttamente controllate dal ministero dell’Economia.

– TASSA LUSSO PIU’ LEGGERA, PIU’ CARO TABACCO TRINCIATO La tassa sulle auto di lusso e le imbarcazioni diventa piu’ leggera e la copertura del mancato gettito sara’ garantita da un aumento dell’accisa sul tabacco da fumo.

– STRETTA SU MASSIMO SCOPERTO Arriva un tetto massimo dello 0,5% sulla remunerazione che spetta a banche e intermediari in caso di conti in ‘rosso. Le clausole che prevedono oneri diversi sono nulle.

– CONDONI, UN ANNO IN PIU’ AL FISCO PER ACCERTAMENTI Un anno in piu’ al fisco per lo svolgimento delle attivita’ di accertamento connesse al recupero coattivo di somme non riscosse con i condoni e le sanatorie previsti dalla legge finanziaria 2003. Il termine e’ stato spostato dal 31 dicembre 2012 al 31 dicembre 2013.

– RATE EQUITALIA Piu’ tempo per pagare le rate inevase al fisco. Il tardivo pagamento della rata potra’ avvenire entro la scadenza della rata successiva senza che scatti la perdita della rateizzazione del debito con il fisco e l’iscrizione al ruolo. Prevista anche una dilazione nel pagamento delle rate, una sola volta, sino a 72 mesi e se esiste il comprovato peggioramento della situazione di difficolta’ del contribuente.

– STOP AGGIO RISCOSSIONE Arriva il riassetto complessivo del sistema della remunerazione degli agenti di riscossione, sostituendo l’aggio previsto dalla legislazione vigente con un rimborso dei costi fissi risultanti dal bilancio certificato. I costi per i contribuenti saranno piu’ bassi.

– VENDITA BENI PIGNORATI I beni dei debitori del fisco pignorati o ipotecati non saranno piu’ messi all’asta da Equitalia ma potranno essere venduti dai proprietari stessi con il consenso dell’agente della riscossione.

– REVISIONE ISEE Il numero dei componenti della famiglia e il loro stato patrimoniale peseranno di piu’ nel calcolo dell’Isee per la concessione di agevolazioni fiscali e benefici assistenziali.
Rafforzati anche i controlli sull’Indicatore della situazione economica equivalente, anche attraverso la costituzione di una banca dati delle prestazioni sociali agevolate.

– NUOVI FONDI PER L’EDITORIA La voce ‘interventi di sostegno all’editoria e al pluralismo dell’informazione’ e’ stata inserita nell’elenco dei beneficiari del cosiddetto fondo Letta.

– DEDUZIONE 10% IRAP INTERESSI PASSIVI Le imprese potranno dedurre dalle imposte dirette (Ires e Irpef) il 10% dell’Irap versata sugli interessi passivi e oneri assimilati a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2012.

– BANCHE-ASSICURAZIONI, RENDITE CATASTO RIVALUTATE ALL’80% Per gli immobili in cui si trovano banche e assicurazioni la rivalutazione delle rendite catastali sale all’80%.

– ARRIVA L’ACE Viene introdotto il meccanismo denominato Ace, aiuto alla crescita economica, di favore fiscale alla raccolta di capitale a rischio per favorire la patrimonializzazione delle imprese: si interviene con 1 mld nel 2012, 1,5 nel 2013 e 3 nel 2014.

– CONTRIBUTO SOLIDARIETA’ PER PERSONALE VOLO Sara’ a carico degli iscritti e dei pensionati che aderiscono ai fondi per il personale di volo, decorrera’ dall’1 gennaio 2012 fino al 31 dicembre 2017.
L’importo dipendera’ dal periodo di iscrizione.

(AGI)