TERREMOTO, GABRIELLI: DA NOVEMBRE 2010 IN ITALIA 29 SCIAMI SISMICI

CONDIVIDI

L’Aquila, 18 aprile 2012 – “Dal momento del mio insediamento, nel novembre 2010 fino a oggi, in Italia sono state registrate 17.901 scosse. Di queste 29 sono state sciami sismici durati dai tre ai 17 mesi in un raggio d’azione che variava da uno a tre chilometri.

Quattro sciami sono ancora in atto. Infine 13 sciami hanno avuto piu’ di 100 scosse, sette si sono evoluti in 200 scosse e due in mille”. Lo ha detto all’Aquila, il capo dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, chiamato come teste della difesa nell’ambito del processo del post sisma aquilano contro i sette esperti della commissione Grandi rischi.

I capi d’imputazione per tutti sono di omicidio colposo, disastro colposo e lesioni personali colpose. “Dei 29 sciami registrati in Italia dal 2010 a oggi – ha aggiunto Gabrielli – 15 hanno avuto scosse uguali o superiori a 3.5 gradi di magnitudo. Sono stati registrati dodici singoli eventi di 3.5, altri nove in mare con magnitudo sempre di 3.5. Da tempo stiamo monitorando il Pollino a cavallo tra la Calabria e la Basilicata per uno sciame in atto” (AGI)