(VIDEO) TERREMOTO EMILIA, CAVEZZO: LA CASA E’ INTATTA, MA IL COMUNE LA FA DEMOLIRE

CONDIVIDI

1 luglio 2012 – I proprietari lo hanno scoperto dalla tv. In un primo momento il sindaco di Cavezzo ha ammesso l’errore, poi è tornato indietro. Adesso si è aperta una causa. Era un palazzo storico del paese, aveva resistito a due guerre. E al sisma.

Il Palazzetto Paltrinieri non c’è più: è stato abbattuto. E non perché il sisma l’aveva danneggiato irrimediabilmente. È stato buttato giù l’8 giugno, i proprietari l’hanno scoperto dalla tv.

“Abbiamo lasciato il paese e la nostra casa dopo la scossa del 20 maggio: aveva una crepa che l’aveva divisa dalla costruzione adiacente, un edificio costruito vent’anni dopo il nostro e con materiale molto più povero. Per colpa di quel fabbricato la nostra casa era inagibile. Ma era stata dichiarata recuperabile dopo opportuni interventi da una perizia che avevamo richiesto a un ingegnere. L’8 giugno mi ha telefonato mia zia, dicendomi che in televisione si vedeva casa nostra mentre veniva abbattuta dalle gru. Sono rimasto esterrefatto. Ho chiamato immediatamente il Comune per chiedere spiegazioni”.

Articolo tratto da ilFattoQuotidiano.it

COMMENTI