TERREMOTO: ENI FIRMA INTESA PER RESTAURO BASILICA COLLEMAGGIO

CONDIVIDI

L’Aquila, 27 agosto 2012 – Il sindaco de L’Aquila, Massimo Cialente, e l’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, hanno presentato, in occasione della festa annuale della Perdonanza Celestiniana nel capoluogo abruzzese, il programma ”Ripartire da Collemaggio” che dara’ l’avvio al restauro della Basilica e alla riqualificazione ambientale del sito di Collemaggio.

”Coerentemente con la propria cultura e identita’ aziendale e d’intesa con il Comune – spiega la societa’ – Eni ha individuato la Basilica di Santa Maria di Collemaggio e il suo contesto ambientale, come uno dei simboli piu’ eloquenti dei valori rappresentativi della citta’. Il progetto ”Ripartire da Collemaggio” riveste un significato e una rilevanza che vanno oltre il restauro del monumento che fin dalle origini e’ rappresentativo della vitalita’ economica e culturale della citta’. Per questo, ricostruire e mettere in sicurezza il complesso architettonico significa inviare un segnale forte di ripartenza a tutta la citta’ aquilana”.

Eni diventa partner per il restauro ”attraverso un modello di intervento gia’ utilizzato con grande successo in passato in tutto il mondo. L’azienda si impegna a stanziare le risorse economiche necessarie per la realizzazione del progetto e a mettere a disposizione della citta’ le proprie competenze tecniche, di project management e di gestione”.

L’intervento si articolera’ in due fasi: una prima fase di pianificazione, che vedra’ il coinvolgimento del Comune e della Soprintendenza e nella quale saranno individuati e descritti i singoli progetti. Successivamente una fase di realizzazione, previa stipula delle convenzioni esecutive, portera’ a termine il recupero della Basilica, promuovendo Collemaggio e il contesto culturale e turistico del sito.