IL BUON ANNO DA STRADA DEI PARCHI: L’AQUILA OVEST-ROMA EST A 10,10 EURI

CONDIVIDI

a24_pedaggiL’Aquila, 1 gennaio 2013 – A partire dal 1° gennaio 2013, in conformità al contratto di Convenzione stipulato con ANAS ed a quanto disposto dal Decreto Interministeriale n. 0000495 del 31 dicembre 2012, le tariffe di Strada dei Parchi S.p.A. subiscono un aumento del 7.56%, quale adeguamento agli investimenti realizzati, al tasso d’inflazione programmato ed al parametro della qualità.

L’importo di 10,10€ è relativo al percorso L’Aquila Ovest – Roma Est, per un autoveicolo di CLASSE A.

E’ possibile calcolare il pedaggio per altri autoveicoli o stazioni collegandosi sul sito di Strada dei Parchi,  a questo link: http://www.stradadeiparchi.it/pagine/visualizza_tariffe.asp

Strada dei Parchi, nel suo comunicato stampa, comunica fra l’altro quanto segue: “Le tariffe di pedaggio applicate dal 1 gennaio 2013 sull’autostrada A24-A25, nonostante l’incremento, confrontate con quelle di analoghe autostrade di montagna, rimangono comunque tra le più basse in vigore sia sulla rete autostradale italiana sia europea (es. autostrade inglesi, spagnole e francesi). I proventi dei pedaggi, come prescritto dalla Delibera CIPE n. 38/2007, sono destinati al recupero degli investimenti già effettuati o da effettuare, a sostenere le spese di ammodernamento, innovazione, gestione e manutenzione della rete che, nel primo quinquennio di gestione 2009-2013 ammontano a complessivi 520 milioni di euro.

MECCANISMO DI CALCOLO – In merito all’adeguamento tariffario, si precisa che, in relazione al tipo di veicolo utilizzato (auto, moto, furgoni, camion etc.), allo specifico percorso autostradale e per effetto del meccanismo di arrotondamento ai 10 centesimi di € (per difetto o per eccesso), previsto per legge,  l’incremento finale del pedaggio può essere superiore, inferiore o anche nullo rispetto al predetto aumento annuo della tariffa unitaria.
L’arrotondamento è disciplinato dal Decreto Interministeriale n. 10440/28/133 del 12 novembre 2001 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Per effetto di detto arrotondamento i pedaggi per i veicoli di classe A (autoveicoli a 2 assi con altezza sul primo asse inferiore o uguale ad 1.30m) potranno variare da un minimo di € 0,10 ad un massimo di € 1,10.
Per fare alcuni esempi, il pedaggio da Roma Est a L’Aquila Ovest aumenterà di 70 cent. di Euro; da Roma Est ad Avezzano il pedaggio aumenterà invece di 60 cent. di Euro. Sulle tratte Roma Est-Ponte di Nona e Roma Est-Settecamini il pedaggio non subirà aumenti.”

classificazione_autostrade_pedaggi