FURBETTI DEL TERREMOTO: ALLOGGI A CHI HA CASA AGIBILE E CONTRIBUTI ANCHE AI MORTI

CONDIVIDI

Oltre 40 casi di persone che alloggiano nel progetto C.A.S.E. o nei M.A.P. nonostante i lavori nelle loro abitazioni siano stati conclusi da tempo. Defunti che percepiscono ancora il Contributo di Autonoma Sistemazione, con il caso limite di un uomo che ha iniziato a percepire il CAS il giorno dopo essere morto.

Reati gravi emergono dai dati assolutamente incongruenti sui progetti C.A.S.E. e MAP frutto di un controllo incrociato tra Comune dell’Aquila, banca dati emergenza del SED ed Enel Energia Spa. La denuncia è dell’avvocato Raffaele Daniele presidente della Commissione Garanzia e Controllo che con un voto a maggioranza convoca in audizione l’assessore Fabio Pelini.




alberto_sordi_spaghetti