TERREMOTO L’AQUILA: IL CAI DONA UNA PALESTRA DA ARRAMPICATA

CONDIVIDI

Con i fondi raccolti da CAI, UNCEM e FEDERBIM è stata costruita una palestra di roccia indoor per i cittadini abruzzesi colpiti dal sisma del 2009 col fine di riavvicinarli al mondo della montagna.

Il Club Alpino Italiano si è attivato per permettere alle popolazioni colpite dal terremoto dell’Abruzzo del 2009 di tornare a una vita dove ci sia spazio per un’attività fisica che consenta loro di abbracciare la montagna e i suoi valori. E’ stata infatti realizzata, grazie ai fondi raccolti dal CAI, da UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani) e da FEDERBIM (Federazione Nazionale dei Consorzi di Bacino Imbrifero Montano), una palestra di arrampicata indoor all’interno del nuovo polo sportivo di Villa Sant’Angelo (AQ).

palestra_cai_villa_sant_angelo“Finalmente daremo un seguito concreto alle donazioni dei nostri Soci alle popolazioni vittime del terremoto”, ha dichiarato il Presidente generale del CAI Umberto Martini prima dell’inaugurazione della palestra di roccia tenutasi sabato 9 novembre. “Mi auguro che la nuova palestra possa contribuire a far riavvicinare gli abitanti di un territorio così provato alle attività rivolte alla montagna. Questo vuole essere un atto di vicinanza dei Soci CAI a una comunità che ha sofferto molto negli ultimi anni, ma che ha dato tanto all’alpinismo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il Presidente del Gruppo regionale Abruzzo del CAI Eugenio Di Marzio: “Villa Sant’Angelo è stato il paese abruzzese con più vittime causate dal terremoto in rapporto al numero di abitanti, per questo abbiamo scelto di costruire qui la nuova palestra. Ci auguriamo che questa struttura sia un filo che colleghi lo sport alle montagne del Gran Sasso, che sovrastano Villa Sant’Angelo”.