RICERCATORI PER UNA «NOTTE» ALL’INGV

CONDIVIDI

Notte Europea dei Ricercatori all’Ingv, venerdì 26 settembre, con appuntamenti a Roma, Catania, Pisa, Milano, Bologna, Arezzo, L’Aquila e Porto Venere. Dall’incontro con il regista del film “Scossa” Ugo Gregoretti e l’attore Paolo Briguglia alle “Vibrazioni dal Profondo”, dagli aperitivi scientifici agli speed dating fino ai terremoti e vulcani extraterrestri.

Proiezioni cinematografiche, mostre, concerti, visite guidate ai laboratori e incontri con i ricercatori, sono i numerosi eventi organizzati dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) in occasione della Notte europea dei ricercatori che si terrà, in contemporanea in tutta Europa, venerdì 26 settembre. L’iniziativa, promossa dalla Commissione Europea e giunta ormai alla nona edizione, si propone di diffondere la cultura scientifica e di avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca. L’appuntamento rientra nell’ambito delle manifestazioni dell’Anno Mercalliano, in ricordo della figura di Giuseppe Mercalli, scienziato conosciuto in tutto il mondo per aver legato il suo nome alla ‘scala’ d’intensità.

Ad aprire la kermesse romana sin dalla mattina la proiezione alla Camera dei Deputati (Sala delle Colonne, via Poli 19) dell’episodio di Ugo Gregoretti, tratto dal film “Scossa”, sul tremendo terremoto del 1908 e successivo maremoto che devastarono, e in gran parte distrussero, Messina e Reggio Calabria. A seguire, il dibattito tra il regista Gregoretti, l’attore Paolo Briguglia e il Presidente dell’Ingv, Stefano Gresta, moderato dal giornalista e critico cinematografico, Enrico Magrelli. Per l’occasione il Direttore generale Ingv, Massimo Ghilardi, conferirà il Premio speciale “Giuseppe Mercalli” al regista e all’attore protagonista. Mentre gli allievi del conservatorio di Santa Cecilia eseguiranno il concerto “Vibrazioni dal profondo”.

Nel pomeriggio il programma sarà riproposto presso la sede centrale dell’Ingv, in Via di Vigna Murata 605, insieme alle altre iniziative: visite guidate ai laboratori scientificie alla sala di sorveglianza sismica, laboratorio goloso per bambini curiosi di scienza, incontri su “terremoti e vulcani extraterrestri” e, per i più piccoli, “favole geofisiche”.

Fino al 3 ottobre sarà, inoltre, possibile visitare “I luoghi di Mercalli”, mostra itinerante sulla biografia di Giuseppe Mercalli e sulla figura di un grande scienziato, presso la Camera dei Deputati (www.annomercalliano.it (scarica programma).

sharper_ingvTra le iniziative organizzate dalla Sezione di Catania dell’Ingv, la proiezione di un video che mostra le attività di monitoraggio dell’Etna durante l’evento eruttivo del 12 agosto 2011: dalle riprese delle telecamere di sorveglianza visive e termiche, alle registrazioni del tremore vulcanico e dell’infrasuono, fino alla localizzazione della sorgente del tremore vulcanico e il sistema per determinare l’altezza della colonna eruttiva; e, infine, due stand, presidiati da esperti dell’Ingv, per informare i visitatori su come funziona un sismografo e sulle modalità applicative di una telecamera termica, (https://www.facebook.com/ern.lns). Mostra fotografica “Impressioni a margine della Geofisica” con fotografie scattate in occasione delle emergenze sismiche e vulcaniche e la proiezione della docufiction “Non chiamarmi Terremoto”, una toccante testimonianza del terremoto dell’Aquila del 2009, sono le attività in programma nella sede di Pisa. I ricercatori saranno a disposizione del pubblico per illustrare le affascinanti manifestazioni del nostro pianeta attraverso quattro percorsi: “Un viaggio nel tempo”, “Terremoti presenti e passati”, “Quando erutta un vulcano”e “Difendersi dagli eventi franosi” (www.bright2014.org,http://www.pi.ingv.it/eventi/2014/bright.html). A Milano, presso Il Museo della Scienza e della Tecnica, si terrà “Terremoti per la Scienza”, incontro ravvicinato con una stazione sismologica per un viaggio all’interno della Terra. (www.museoscienza.org/news/open-night2014). Costruire un vulcano,  osservare i suoi meccanismi eruttivi, eruzione dopo eruzione…facendo le bolle! Vedere cosa accade quando una faglia si muove, osservare e misurare un terremoto fatto in casa, questo e altro nella sede di Bologna con le iniziative “Giocare con la scienza”. (www.bo.infn.it/nottericercatori). La “Terra dal nucleo alle nubi” è il titolo della giornata dedicata alla ricerca organizzata dall’Osservatorio sismologico di Arezzo. Dalle 10.00 fino a tarda sera “Scienza in mostra: sismologi, meteorologi e viticultori incontrano gli studenti” all’interno del Campus universitario del Pionta. Nel pomeriggio rappresentazione di un musical tratto da Viaggio al centro della Terra di J. Verne curato dalla scuola media “IV Novembre” di Arezzo (http://www.unisi.it/bright-2014/arezzo).Exhibit interattivi, video e postazioni di monitoraggio sismico all’Aquila, in Piazza Duomo, per sperimentare l’appassionante mondo delle Scienze della Terra. Dalle 14.00 Story Tellers nell’Aula Magna di Scienze Umane dell’Università dell’Aquila con proiezione del docufilm “Non chiamarmi Terremoto”, realizzato con la scuola Media Dante Alighieri. Dalle 21.00, presso il Nero caffè dell’Aquila, Science Happy Hour “Bufale o verità? La scienza che non ti aspetti”: leggende scientifiche e miti svelati durante i colloqui con i ricercatori sharper-night.lngs.infn.it/home (scarica programma). Anche a La Spezia è previsto in ricco programma. Tra i vari appuntamenti: la mostra “CRYPTO – Parole (s)velate” dedicata alla crittografia presso il Museo Navale della Spezia, la proiezione del documentario “Il mare e la sua storia” con successivo dibattito a cura dell’Historical Oceanogrphy Society”, il laboratorio oceanografico a bordo della Goletta Pandora curato dalla sede di Porto Venere e, sin dalla mattina, laboratori scientifici dedicati ai più piccoli(http://nottedeiricercatori.comune.genova.it/).

Le iniziative Ingv si svolgono nell’ambito delle manifestazioni della Notte europea dei Ricercatori in Italia e dei progetti italiani promossi dalla Comunità Europea www.nottedeiricercatori.it