LAVORI POST TERREMOTO SBAGLIATI, SEQUESTRATE 2 SCUOLE

CONDIVIDI

La guardia di finanza dell’Aquila ha sequestrato gli edifici degli istituti scolastici superiori ‘De Nino’ e ‘Morandi’ di Sulmona, oggetto di lavori di messa in sicurezza dichiarati “urgenti” e “necessari” dopo il sisma del 6 aprile 2009.

Le indagini hanno rivelato che “le opere di adeguamento erano state eseguite solo in parte e/o in maniera difforme da quanto progettualmente previsto.

Il tutto a fronte di rendicontazione che, invece, attestava la piena e conforme realizzazione delle opere”.

scuola_denino_morandi_sulmona

Le lavorazioni, eseguite sui corpi di fabbrica 1 e 3 del plesso scolastico hanno determinato pregiudizi statici alle strutture, tali da rendere addirittura non collaudabili evidenziando – indicano i periti – “come in realta’ l’intera struttura non risulti allo stato attuale sismicamente idonea e quindi non possa ospitare in piena sicurezza gli studenti delle due scuole”.

Sette gli indagati per falso e truffa in danno dello Stato.