TRAGEDIA SUL GRAN SASSO: VALANGA UCCIDE DUE ALPINISTI SUL CORNO PICCOLO

CONDIVIDI

pino-sabbatini

14 dicembre 2014 – Due persone sono morte travolte da una valanga sul Gran Sasso, a quota 2.400 sul Corno Piccolo, in località Prati di Tivo.

A recuperare i corpi, in località Canale di Mezzo, personale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino.Sul posto elicotteri del 118, del soccorso alpino della Forestale di Pescara e di Rieti con medici e unità cinofile.

Una delle vittime è Pino Sabbatini, guida alpina nonché volontario del Corpo Nazionale Soccorso Alpino (Cnsas) dell’Abruzzo, tecnico di elisoccorso e capo stazione Cnsas di Teramo.

Con piccozze e ramponi accompagnava un escursionista. I due sono stati travolti dal distacco di una cornice di neve, provocato non si sa se dall’innalzamento della temperatura o da escursionisti più in alto.

Sono quindi scivolati nel dirupo per circa 300 metri. Le squadre di terra del Cnsas sono arrivate sul posto in breve tempo, dopo una segnalazione pervenuta alla stazione del Cnsas poco prima delle 13.

Per i due però non c’era più nulla da fare. Ad accertare la morte, avvenuta per traumi importanti, il medico del 118. Le salme sono state trasferite all’obitorio dell’ospedale di Teramo.

Due ragazzi, anche loro in cordata, sono scivolati per pochi metri quasi nello stesso punto rimanendo fortunatamente illesi.