GRAN SASSO: SCIVOLANO PER 400 METRI, SALVI DUE ESCURSIONISTI

CONDIVIDI

gran-sasso-3

4 aprile 2016 – Scivolano per 400 metri lungo il canale ‘Sivitilli’ e si arrestano su una balconata di roccia.

E’ la terribile esperienza vissuta da due escursionisti di Terni che, in compagnia di una terza escursionista, stavano salendo per il noto canale del Corno Piccolo, a 2.200 metri di altezza, sul versante Teramano del Gran Sasso d’Italia. Nello zaino avevano il materiale adeguato, ma purtroppo nel momento dell’incidente nessuno dei tre indossava i ramponi: un’irresponsabilita’ che poteva costargli cara.

Due dei tre, tra la neve e salti di roccia, sono scivolati andandosi a fermare su uno strapiombo a gradoni di un centinaio di metri. Prima ancora che riuscissero ad allertare i soccorsi, sono stati avvistati in evidente difficolta’ dai tecnici del Soccorso alpino di stanza a Prati di Tivo (Teramo).

Recuperati dall’elicottero del 118 con il verricello e dai tecnici del Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), gli escursionisti non hanno riportato evidenti traumi. A rendere concitate le operazioni di soccorso anche il pericolo di valanghe. L’incidente improvviso ha infatti causato un evidente smottamento che avrebbe potuto travolgerli durante la discesa

COMMENTI