TERREMOTO AMATRICE: AMATO (INGV), SCOSSE PROSEGUIRANNO PER GIORNI

Mappa della pericolosità sismica con gli eventi della sequenza in corso sovrapposti.

Mappa della pericolosità sismica con gli eventi della sequenza in corso sovrapposti.

24 agosto 2016 – “Siamo in piena sequenza, ora sono state registrate numerose repliche e continueranno per molti giorni“. E’ il quadro tracciato da Alessandro Amato, dirigente di ricerca dell’Ingv, che dopo il sisma di magnitudo 6 di questa notte avverte: “Non e’ dato sapere se ci saranno altre scosse uguali o piu’ forti”.

Sicuramente in passato – spiega all’Agi – ci sono stati molti casi di riprese dopo ore, giorni o anche settimane: nel 1997 a Colfiorito vi fu una forte scossa di notte ed un’altra poi di entita’ simile in mattinata.

Il terremoto di questa notte – sottolinea Amato – ha caratteristiche geologiche simili a quelle del sisma che colpi’ Colfiorito e L’Aquila, anche se non ha avuto sciame sismico precedente come avvenne in Abruzzo: “E’ la dorsale dell’Appennino sopposta a stiramento dall’Adriatico al Tirreno – riferisce l’esperto – La zona della faglia attiva e’ di 25 chilometri e comprende aree delle province di Perugia, Rieti, Ascoli Piceno arrivando anche in Abruzzo”. Non e’ escluso che si possa attivare un’altra faglia – aggiunge Amato, rispondendo ad una domanda – ma al momento non si sta osservando.

COMMENTI