MALTEMPO ABRUZZO: ESONDA FIUME PESCARA, STRADE ALLAGATE. 87MILA UTENZE SENZA LUCE

CONDIVIDI

Permangono critiche le condizioni meteo in Abruzzo. Dopo l’emergenza neve, si impone ora l’emergenza acqua. Alle 5 e’ inziato a esondare il fiume Pescara.

Le golene sono state chiuse gia’ alle 4,30 quando si sono accesi i semafori segnalando la situazione di allarme. E’ quanto si legge in una nota del Comune di Pescara. Problemi di allagamenti – si legge sempre nella nota – si registrano in tutto il territorio comunale, su cui la Protezione Civile comunale, in sinergia con Polizia Municipale e forze dell’ordine sta operando per cercare di uscire dalla fase di emergenza.Si raccomanda la massima prudenza e di prendere l’auto soltanto se necessario: le strade allagate non consentono di avere una perfetta cognizione dell’eventuale pericolo e il passaggio delle auto potrebbe peggiorare la situazione allagamento alle strutture circostanti.

Al momento si stanno controllando tutti i sottopassi, al fine di chiudere quelli allagati, quello di Fontanelle non riscontra problemi, libero anche quello del Ponte delle Liberta’, il sottopasso di via Raiale, invece e’ chiuso. Non ci sono problemi al canile di via Raiale che non risulta allagato.

E intantoo ancora al buio in diverse zone della regione per l’emergenza neve. La situazione più grave nel Teramano. A fornire l’aggiornamento il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, sulla sua pagina Facebook.

In particolare, scrive, “le utenze Enel non servite, in questo momento, sono 48mila nel Teramano, 27 mila nel Chietino e 12 mila nel Pescarese