GRAN SASSO, CONTINUA IL MISTERO SULLA SEGGIOVIA FONTARI: E INTANTO GLI IMPIANTI RESTANO CHIUSI…

CONDIVIDI

Continua il mistero sulla “Seggiovia Fontari”, chiusa temporaneamente su disposizione della sezione di Pescara dell’Ustif,  per effettuare ulteriori controlli sull’impianto.

Ieri mattina sono state effettuate le verifiche tecniche su tutte le vetture della seggiovia, e non sono stati riscontrati problemi di alcun tipo. La relazione, che non sarà esaminata prima di lunedì,  è stata inviata agli uffici di Pescara dell’Ustif.

L’amministratore unico Fulvio Vincenzo Giuliani, riferisce al Messaggero:

“Mi sono confrontato con i colleghi delle altre stazioni e mi confermano essere un provvedimento singolare. Il direttore di esercizio firmando una relazione si è assunto in pieno la responsabilità di attestare la sicurezza dell’impianto.
L’Ustif evidentemente ha ritenuto non sufficiente o ha ritenuto poco esaustiva la nostra relazione, ma senza avvisarci. Qui non si è infatti visto nessuno e non abbiamo ricevuto un’ulteriore richiesta di comunicazione o di supplemento di indagine. L’Ustif ci ha semplicemente comunicato che a suo parere non ci sono le condizioni che confermino la sicurezza, disponendo la chiusura. Noi siamo quindi ovviamente tenuti per legge a tenere chiusa la seggiovia».

La funivia del Gran Sasso continuerà ad essere regolarmente aperta al pubblico, così come l’impianto della Scindarella.

A rischio le prenotazioni alle strutture ricettive del comprensorio, in una stagione tormentata per il complesso turistico del Gran Sasso.

Tags: