TERREMOTO MAGNITUDO 6.7 FRA GRECIA E TURCHIA: 2 MORTI E OLTRE 100 FERITI NELL’ISOLA DI KOS

Notte di paura per gli abitanti dell’Egeo orientale e per migliaia di turisti che trascorrono le vacanze estive tra la Grecia e la Turchia.

Due persone sono morte per il crollo del soffitto di un bar e piu’ di 100 sono rimaste ferite nell’isola greca di Kos, nel mar Egeo, a causa di una scossa di terremoto di magnitudo 6,7 alle 00.31 italiane, con epicentro tra la citta’ turca costiera di Bodrum (l’antica Alicarnasso) e le vicine isole greche.

A Kos persone spaventate sono uscite di casa e si sono riversate nelle strade temendo che le case potessero crollare.

I turisti ospiti degli hotel hanno deciso di trascorrere il resto della notte all’aperto allestendo letti improvvisati

L’isola, di fronte alla costa turca, è una delle più frequentate dai turisti italiani, soprattutto nel periodo estivo. Grecia e Turchia si trovano sulla linea di una grande faglia e vengono regolarmente colpite da terremoti.

Il peggiore, tra i più recenti, risale al 17 agosto del 1999 con una scossa magnitudo 7, nei pressi della città turca Izmit, sul Mar di Marmara, che uccise 17.000 persone.

Il sindaco di Kos, Giorgos Kyritsis, ha detto ai media locali che i due morti sono stranieri e che le costruzioni nel centro della località turistica sono state danneggiate, ma quelle situate nel resto dell’isola sembrano non aver subito danni.

Il capo della protezione civile turca, Mehmet Halis Bilden, ha detto alla Cnn che le scosse di assestamento stanno continuando e ha invitato la popolazione a non tornare negli edifici danneggiati.

Il centro sismologico europeo ha segnalato a Bodrum un «piccolo tsunami», con il livello dell’acqua che si è alzato per il sisma.

COMMENTI 

Tags: ,