TERREMOTO CENTRO ITALIA: DOPO UN ANNO, DELLE 3649 SAE ORDINATE NE SONO STATE CONSEGNATE SOLO 743

Il prototipo delle Soluzioni abitative in emergenza

 

A un anno esatto dalla prima violenta scossa di terremoto che ha colpito il Centro Italia, i cui devastanti effetti sono stati amplificati dai successivi forti terremoti del 26 e 30 ottobre 2016 e e del 18 gennaio 2017, il Dipartimento della Protezione civile fa il punto sulla situazione delle Sae, Soluzioni Abitative di Emergenza (le cosiddette casette).

Secondo i dati forniti dalle quattro Regioni colpite – scrive il DPC – sono complessivamente 3.649 le Sae ordinate per i 51 comuni che ne hanno fatto richiesta.
In particolare:
– la regione Abruzzo ha ordinato 225 Sae da installare tra i 13 Comuni interessati;
– la regione Lazio ha ordinato 798 Sae per i 6 Comuni più colpiti dai terremoti;
– la regione Marche ha ordinato 1.843 Sae per i 29 Comuni che ne hanno segnalato l’esigenza
– la regione Umbria ha richiesto 783 Sae per 3 Comuni: Norcia, Preci e Cascia.

Ad oggi, sono stati completati i lavori in oltre 40 aree e sono state consegnate ai sindaci 743 casette, di cui:
– 138 a Norcia
– 373 ad Amatrice
– 146 ad Accumoli
– 42 ad Arquata
– 22 a Pieve Torina
– 11 a Montecavallo
– 10 a Fiastra
– 1 a Torricella Sicura (TE)”.

Sul sito istituzionale del Dipartimento è possibile consultare la mappa interattiva sullo stato di avanzamento dei lavori di installazione delle Sae.

COMMENTI 

Tags: