L’AQUILA CITTA’ BELLA E ACCOGLIENTE: IL COMUNE CI PROVA CON UNA COMMISSIONE

CONDIVIDI

L’Aquila – Fontana Luminosa

Nasce all’Aquila la Commissione per gli spazi pubblici e l’arredo urbano. A istituirla è stato il sindaco Pierluigi Biondi. L’organismo avrà il compito di redigere uno strumento di programmazione per la riqualificazione di aree destinate alla fruizione da parte della collettività e, più in generale, per il decoro dell’ambiente urbano cittadino.

Gestione del colore delle facciate degli edifici, proposte di organizzazione in ambiti urbani, pavimentazioni e insegne, sistema di illuminazione pubblica, sono alcuni dei temi all’ordine del giorno della riunione che si svolgerà venerdì 20 ottobre, che farà seguito al primo incontro del 10 ottobre a cui hanno preso parte anche la soprintendente per la città dell’Aquila ed i Comuni del cratere Alessandra Vittorini, e Vittorio Fabrizi, dirigente del dipartimento Ricostruzione del Comune dell’Aquila.

Durante l’incontro saranno, inoltre, condivisi materiale informativo, documenti e norme vigenti per tracciare un percorso unitario e individuare una strategia per il recupero delle superfici comuni della città e la tutela del patrimonio culturale.

L’Aquila deve tornare a essere una città bella e accogliente, oltre che smart – dichiara il sindaco in una nota – l’istituzione della commissione è funzionale a una integrazione dei sistemi attuati per la rigenerazione urbana del capoluogo“. “Ho ritenuto – ha aggiunto – di dover coinvolgere le organizzazioni che sono a vario titolo e direttamente coinvolte nel processo di ricostruzione: dagli ordini professionali alla Soprintendenza. Ritengo, infatti, che il processo di ricostruzione debba necessariamente passare per la condivisione, l’unione e la corresponsabilità delle decisioni che incideranno sulle scelte che verranno prese sul futuro urbanistico ed architettonico della città”.

La commissione è composta da Romolo Continenza, docente dell’Università degli studi dell’Aquila, Gianfranco D’Alò, Antonio Di Stefano e Corrado Marsilii, architetti della Soprintendenza per la città dell’Aquila e i Comuni del cratere, Massimiliano Barberio, per il Collegio dei Periti industriali e Periti industriali laureati della provincia dell’Aquila, Nando Alesii, per il Collegio dei Geometri e Geometri laureati della provincia dell’Aquila, Giustino Iovannitti, per l’Ordine degli Ingegneri della provincia dell’Aquila, Giuseppe Cimmino, per l’Ordine degli Architetti della provincia dell’Aquila, gli architetti Maurizio D’Antonio e Alessandra Tacchin, esperti di fiducia del sindaco, Angelo De Giuseppe, ingegnere Usra L’Aquila (Ufficio speciale per la ricostruzione), Lisa Di Carlantonio, architetto del dipartimento Ricostruzione del Comune dell’Aquila.

COMMENTI 

Tags: