“L’Aquila a pezzi”, il video-inchiesta di ActionAid

 

Ultimo episodio della video inchiesta.

Episodio 9 – “LE SPERANZE” (Gli aquilani non vogliono più cadere a pezzi)

Introduzione alla video-inchiesta (Daniele Scaglione, Direttore Campaigning di ActionAid)

Episodio 1 – “Promesse in frantumi” (La ricaduta dell’evento G8 a L’Aquila ha avuto l’esito sperato?)

Episodio 2 – “I dimenticati di Paganica” (Dalle tende alle case in 6 mesi?)

Episodio 3 – “Non e’ proprio una vacanza” (Sono tornati tutti dalle ’vacanze nel mare Adriatico’?)

Episodio 4 – “Una difficile impresa” (E il rilancio dell’economia?)

Episodio 5 – “Una casa o tante C.A.S.E.?” (Un vero record?)

Episodio 6 – “MAP, COSA C’E’ DI MALE?” (Cosa pensano gli aquilani delle ‘new town’?)

Episodio 7 – “TANTE CASE NON FANNO UNA CITTA’” (Il passaggio diretto dalla tenda alla casa e’ stata davvero un’innovazione?)

Episodio 8 – “VITA DA STUDENTE PRECARIO” (Si torna sui banchi?)

In nove puntate ‘L’Aquila a pezzi’ valuta i dichiarati benefici dello spostamento del G8 e, soprattutto, da’ voce alle popolazioni colpite dal terremoto del 6 aprile. ‘L’Aquila a pezzi’ riparte dunque da dove era arrivato ‘Le crepe nel G8′, pubblicato nel giugno del 2009.

Il video/inchiesta ‘L’Aquila a pezzi’ e’ uno dei tanti strumenti con cui ActionAid intende vincere la poverta’. Le riunioni dei G8 sono momenti importanti, perché i grandi della terra possono fare molto per sconfiggere la poverta’ e dunque abbiamo seguito con grande attenzione anche il G8 italiano. Ma nel fare ciò non potevamo non confrontarci con la decisione di spostare il meeting da La Maddalena a L’Aquila, anche perché actionaid ha una grande esperienza nella ricostruzione sociale dopo le emergenze.

Questa inchiesta labbiamo realizzata anche pensando agli oltre 800 nostri sostenitori che vivono nelle terre colpite dal sisma, che da anni sostengono a distanza bambini del sud del mondo e anche dopo il terremoto han continuato a farlo. ‘L’Aquila a pezzi’ e’ dedicato a loro.

COMMENTI