L’Aquila, coperti i manifesti di Mafalda. Pdl: “siamo nemici da abbattere”

CONDIVIDI

Dopo le polemiche sui parlamentari abruzzesi, ieri a L’Aquila sono stati coperti i famosi manifesti di Mafalda.

Il Sen. Piccone aveva invitato i parlamentari interessati a sporgere denuncia per istigazione alla violenza e diffamazione. Oggi gli fa eco il coordinatore provinciale del Pdl Varrecchia: “Lanciare il sasso e nascondere la mano e’ da vigliacchi. Ancora una volta questa sinistra guarda agli esponenti del Pdl non come avversari politici, ma come nemici da abbattere”.

I manifesti, a firma di una fantomatica “Mafalda” erano comparsi sui muri del capoluogo, contro i parlamentari abruzzesi che hanno votato contro un provvedimento che stralciava dal processo breve i reati legati a stragi come quella dell’Aquila.