L’Aquila, risse e tafferugli continui in Centro Storico. 20 denunce, è allarme sociale

CONDIVIDI

La sala operativa della questura è stata impegnata in più occasioni durante la decorsa notte per assicurare il mantenimento dell’ordine pubblico in citta’.
In particolare sono stati numerosi gli interventi per segnalazioni di risse e tafferugli in strada che dalle ore 03,00 alle 6.00 hanno interessato prevalentemente la zona compresa tra piazza Regina Margherita, la Fontana Luminosa e via Duca degli Abruzzi, diventata punto abituale di aggregazione notturna dei giovani, soprattutto studenti.
Gli equipaggi della volante in ogni occasione sono arrivati tempestivamente, grazie ad un piano mirato di controllo del territorio, che dall’inizio dell’estate è stato particolarmente studiato per affrontare le problematiche notturne del centro storico riconducibili anche all’abuso di assunzione di bevande alcoliche, e gli agenti hanno così impedito che gli episodi acquistassero dimensioni preoccupanti.
Alla vista dei poliziotti, infatti, molti giovani si sono dati alla fuga ma comunque, attraverso le descrizioni fornite dalle vittime delle aggressioni, da alcune persone che erano intervenute per dividere i contendenti e dai testimoni presenti ai fatti, sono iniziate le indagini per identificare i responsabili.
Sulla base delle notizie acquisite, avendo identificato una ventina di persone, la squadra volante dispone di elementi per poter risalire all’identita’ degli aggressori, che saranno segnalati nelle prossime ore all’autorita’ giudiziaria per rispondere dei reati lesioni personali e di rissa.
Continua l’impegno della questura finalizzato ad assicurare a tutti la piena e tranquilla fruibilita’ del centro storico.