L’AQUILA: UN PROGETTO PER DARE NUOVA VITA ALLA SCUOLA DE AMICIS

CONDIVIDI

Due studenti scuola del Design del Politecnico di Milan0 hanno realizzato un progetto di rinascita dell’edificio che prima del terremoto ospitava la scuola elementare De Amicis. Nelle loro intenzioni non vuole essere solo una scuola, ma un edificio polivalente, che il progetto ha ribattezzato “De Amicis Store”. Gli autori del progetto, Giovanni Colombara e Sebastiano Coppo, lo hanno realizzato all’interno di un laboratorio di laurea del terzo anno e lo hanno presentato anche a #occupylaquila, lo scorso 15 aprile.

Il centro storico de L’Aquila era, prima del terremoto, il fulcro verso cui convergevano le forze giovani e vitali della città. Per tutti considerato un importante punto di aggregazione, si sviluppava sul territorio attraverso una trasversale rete di piazze collegate da viali porticati lungo i quali si promuoveva la socializzazione. A causa del terremoto questa realtà è venuta a mancare creando un decentramento non solo della popolazione ma sopratutto dei nuclei culturali. Il nostro obiettivo è pertanto quello di proporre la ex scuola E. De Amicis come nuovo punto di partenza per la rivitalizzazione del centro storico.

L’idea è che la ricostruzione non debba riportare la città ad essere esattamente come prima ma che essa sia il motivo per progettare e costruire nel migliore dei modi ma soprattutto meglio di prima. Che essa sia uno slancio teso alla modernità ma che preservi le caratteristiche peculiari di una città la cui storia non deve essere dimenticata. Il nostro intento è quindi quello di far diventare la ex scuola elementare De Amicis il polo propulsivo verso cui far convergere le forze giovani e non della città. Un nuovo centro per la rinascita.

Alla luce di queste considerazioni abbiamo pensato ad un progetto doppio, il cui sviluppo è legato al tempo. L’edificio infatti in un primo momento verrebbe riqualificato come CENTRO CULTURALE POLIVALENTE e in un secondo momento, si parla di un futuro nel quale la ricostruzione sarà quasi terminata, come SCUOLA ELEMENTARE, tornando perciò ad assumere la sua originale funzione.

INFO POINT

Si tratta di uno spazio decisamente all’avanguardia! Non è il solito punto informazioni. Entrando ci si trova immersi in un’atmosfera che profuma di futuro. Dal sapore moderno. Si è completamente circondati di ologrammi che portano alla luce i momenti terribili del terremoto. Una sorta di excursus temporale che ha l’obiettivo di ricordare. Un vero e proprio Memorial, per non dimenticare. Alle pareti lavagne Touch Screen, con le quali poter interagire. I cui contenuti multimediali permettono ancora una volta di riflettere su ciò che è successo. Uno spazio, inoltre, in cui poter informarsi sulla città. Sulla ricostruzione. Sulle opportunità di lavoro. E perché no, sugli eventi organizzati per la popolazione. Uno spazio, infine, che diventa un punto di luce per affrontare al meglio la complessa rete di problemi ma anche di opportunità che offre la città.

MUSIC LAB

Si tratta di uno spazio progettato per ogni età. Uno spazio che fa assaporare il gusto della buona musica. Uno spazio che permette di isolarsi dal mondo ed essere travolti dal solo suono delle note.
Il progetto del MUSIC LAB prevede uno luogo adibito ai concerti capace di ospitare circa 70 persone. Prevede inoltre uno spazio caratterizzato dalla presenza di 7 music box. Essi non sono altro che semplici cubi (3mx3m) insonorizzati e per due lati vetrati all’interno dei quali si suona. Essi possono essere spostati ed uniti per creare spazi più grandi ovviamente legati alle esigenze degli utenti (un solo music box per una lezione frontale, più music box per prove di gruppo).

LEARNING BAR

Spazio plurifunzionale, permette di assumere la funzione di un classico bar da aperitivo o di semplice colazione ed allo stesso tempo essere facilmente fruibile anche come spazio dedicato a corsi di vario tipo, in particolare per corsi di cucina, degustazioni di vini, esperienze di food design ecc…
E’ stato pensato di incavare le colonne ottenendo delle ‘guide’ nelle quali possono essere inseriti i tavoli/piani di lavoro, permettendo così di modulare lo spazio a seconda delle esigenze del personale e dando vita allo stesso tempo ad uno spazio in continuo movimento, al di fuori della concezione statica dello spazio.

Ulteriori dettagli, immagini, piante e altro a questo indirizzo.
La pagina facebook: De Amicis Store

Corrado Mastropietro, 6aprile.it