IN ABRUZZO AUMENTANO I POVERI, ANCHE ITALIANI

CONDIVIDI

poveriI nuovi poveri in Abruzzo sono una realtà drammatica e sono in aumento. Ai centri di ascolto delle Caritas diocesane di Abruzzo e Molise risultano nel 2012 per il 55,3% cittadini italiani, il 44,7 stranieri. Gli italiani, rispetto al 2011, sono il 4,5% in più. Lo dice il rapporto, stilato con l’Università di Teramo, “Cinque pani e due pesci”.

Tra coloro che si rivolgono alle Caritas il 67,7%, sono disoccupati; tra i bisogni più ricorrenti quelli legati a problemi economici, occupazione e casa.