L’Aquila: arrestato imprenditore che rubava nello stabile che doveva ristrutturare

CONDIVIDI

da ilcapoluogo.com

Alle ore 4 circa di questa notte, durante il servizio di controllo del territorio, il personale della Squadra Volante ha notato un’autovettura con il portellone posteriore aperto, parcheggiata dietro il muro di cinta di un condominio di Pettino. Insospettiti della presenza dell’auto, gli agenti hanno effettuato una verifica, perlustrando il perimetro del palazzo.

Hanno così sorpreso un uomo intento a sfondare una porta finestra di accesso a uno studio medico, sito al piano terra dello stabile. Una seconda persona si trovava, invece, su una scala in ferro appoggiata su un muro, intento a smontare manufatti in rame.

Gli agenti hanno bloccato il primo individuo, che ha opposto resistenza, insultato e minacciato gli operatori. L’uomo, C.F., ventiseienne italiano, residente in provincia di Roma, e’ stato arrestato per furto aggravato in concorso, resistenza e minacce.

Il complice, un cittadino rumeno ventiduenne, P.T., residente in provincia di Roma e’ stato tratto in arresto per il solo reato di furto aggravato in concorso.

Da un controllo dell’intero condominio, si e’ accertato anche che alcune porte basculanti dei garage erano state aperte, e gli oggetti all’interno messi a soqquadro. Inoltre, nel portabagagli dell’autovettura, risultata intestata a C.F., sono stati rinvenuti alcuni manufatti in rame.

Dalle successive indagini, e’ emerso che C.F. e’ titolare di una ditta edile che avrebbe dovuto effettuare alcuni lavori presso lo stesso condominio, un edificio classificato inagibile con categoria E.

Sono in corso ulteriori accertamenti per risalire ad eventuali ulteriori azioni criminose perpetrate dai due individui.