Una fiaccola a L’Aquila. Una candela su Facebook

CONDIVIDI

Dai familiari delle vittime della casa dello studente, nei giorni scorsi una richiesta accolta anche dal vescovo dell’Aquila. Fra le frasi della lettera, riportata in questo articolo, fra l’altro si legge: “E’ sufficiente essere presenti, per dire con una fiaccola che ci siamo e ci saremo sempre. E’ l’unico atto di rispetto nei confronti dei 308 morti. Ed e’ l’unico atto di rispetto nei confronti delle diverse sensibilita’: laiche, cattoliche, legate a religioni diverse. Un atto che accoglie le ‘differenze’ e non criminalizza la ‘diversita’’.”

E se a L’Aquila ci si prepara ad un ricordo nel rispetto e nel silenzio, su Facebook sono sempre di più gli iscritti che hanno cambiato il logo personale con una semplice candela. Un piccolo gesto simbolico, che fino al 6 aprile accompagnera’ il ricordo delle vittime delle terremoto dell’Aquila.

Tags: ,