Ricostruzione: finanziamenti agevolati, il comunicato e la modulistica

CONDIVIDI

N.d.R. Data l’importanza e la prossimita’ della scadenza per le abitazioni B e C, inseriamo le informazioni disponibili senza aver verificato nei dettagli quanto riportato nella modulistica allegata. Comunicateci, ad esempio tramite i commenti, se ritenete vi siano motivi validi affinché questa tipologia di finanziamento non vada richiesta, da parte di chi possa scegliere il Contributo Diretto sul conto corrente. Ci sono molti cittadini che ancora non sanno quale scelta effettuare a 3 giorni dalla prossima scadenza, o che possono ancora cambiare idea se hanno fatto un errore.


Ricordiamo anche l’importanza dell’ordinanza n.3817 relativamente a questa tematica, così come di prestare attenzione al contributo “provvisorio”, in quanto il definitivo sara’ comunicato entro 30gg dallo stesso.

Allegati da scaricare:
Comunicato Stampa Congiunto CDP-ABI(PDF)
Testo della convenzione (PDF)
Modulistica e allegati (ZIP)
Elenco banche aderenti al 28 settembre (PDF)


Il comunicato stampa CDP ABI
Abruzzo: ricostruzione più rapida e ampia con il nuovo Accordo CDP-ABI

L’amministratore delegato della Cassa depositi e prestiti (CDP), Massimo Varazzani, e il Direttore generale dell’Associazione bancaria italiana (ABI), Giovanni Sabatini, hanno firmato un accordo che rafforza gli effetti della Convenzione per la Ricostruzione dell’Abruzzo, sottoscritta lo scorso luglio. Da un lato diventa immediato l’ottenimento dei finanziamenti agevolati CDP erogati dalle banche aderenti operanti sul territorio; dall’altro – grazie all’ampliamento della platea dei beneficiari – l’intervento si allarga anche alle parti comuni condominiali degli edifici danneggiati dal sisma di aprile.

Per quanto riguarda la tempistica dell’erogazione dei fondi, nel caso di ricostruzione leggera una quota dei finanziamenti potra’ essere ottenuta subito: bastera’ presentare il provvedimento comunale “provvisorio” per ottenere un anticipo pari al 25% del finanziamento, fino ad un tetto di 20mila euro, per coprire le spese iniziali che saranno in seguito documentate con le fatture relative agli stati di avanzamento dei lavori. Il saldo verra’ erogato all’ottenimento del provvedimento comunale che attesta definitivamente il diritto all’agevolazione
Grazie al nuovo accordo,  quindi,  i proprietari degli immobili potranno dare avvio immediato ai lavori.
Inoltre, si arricchisce la platea dei beneficiari, che include ora anche i condomini, le societa’ cooperative a proprieta’ indivisa e le cosiddette comunioni (ossia i condomini di fatto). Oltre che le singole unita’ immobiliari destinate ad abitazione principale, potranno in tal modo godere del finanziamento agevolato anche gli interventi sulle strutture, sulle parti comuni e sugli impianti funzionali alla piena agibilita’ ed abitabilita’ degli edifici. In tal caso, oltretutto, non vi sono limiti agli importi erogabili: il finanziamento agevolato potra’ coprire il 100% del costo degli interventi.

Tutti i documenti e la contrattualistica che recepiscono le novita’ sono gia’ a disposizione delle banche aderenti sul sito CDP ( www.cassaddpp.it ) e sul sito ABI ( www.abi.it ).
Roma, 20 ottobre 2009