Home » Posts tagged with "Scuola e Università"

OLTRE IL MUSP: PER LA SCUOLA DI SASSA L’OK DELLA PROVINCIA SUL TERRENO RICHIESTO

L’Aquila, 18 giugno 2013 – Rappresentanti della Commissione “Oltre il MUSP” hanno incontrato il Presidente della Provincia, Del Corvo.  (continua)

LAVORO: 59 PER CENTO STUDENTI PRONTI A LASCIARE L’ITALIA

13 giugno 2013 – Il 59 per cento dei giovani studenti italiani e’ pronto a espatriare perche’ non vede nel futuro prospettive occupazionali in Italia.  (continua)

“OLTRE IL MUSP”: PASSI AVANTI PER COSTRUIRE LA NUOVA SCUOLA A SASSA

Rappresentanti della Commissione “Oltre il MUSP” hanno partecipato al Consiglio Comunale del 23.5.2013 ed hanno fatto un grande passo avanti sulla strada della costruzione della nuova scuola a Sassa. All’unanimità dei presenti, infatti, il Consiglio ha approvato il documento presentato dai consiglieri Di Cesare, Nardantonio, Spacca e Piccinini, nel quale era formulata la richiesta... 

GLI ESPERTI INGV A SCUOLA PER UN MANUALE ANTI-TERREMOTO

Da dodici scuole dell’infanzia del quartiere Santo Stefano di Bologna arriva un protocollo, un “decalogo delle buone prassi” per sapere affrontare una scossa di terremoto. E’ il risultato di una serie di incontri avvenuti nelle materne e nei nidi cui hanno preso parte psicologi e pedagogisti, ma anche geologi dell’Ingv (l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia),... 

CENTO GIOVANI AL MESE LASCIANO L’AQUILA, È UN DISASTRO

3 aprile 2013 – di Alessandra Cococcetta, da L’Editoriale – Nel 2012 hanno lasciato L’Aquila, cambiando residenza, almeno 1.200 giovani. Età compresa tra i 30 e i 40 anni, una media di cento al mese, secondo i rilievi dell’ufficio statistica del Comune, già ufficializzati in precedenza, ma passati in sordina in una città poco attenta a tutto ormai, ma che sta cambiando a... 

SCUOLA: DAL 2014/15 SOLO LIBRI DIGITALI O MISTI, ADDIO AL CARTACEO

26 marzo 2013 – Libri cartacei addio. Ancora un anno di tempo e nella scuola italiana entreranno solo libri digitali o nel formato misto. E’ stato firmato dal ministro Francesco Profumo il decreto ministeriale in materia di adozioni dei libri di testo.  (continua)

L’AQUILA, TROVATO AMIANTO: CIALENTE FA CHIUDERE DUE SCUOLE PER BONIFICA

L’Aquila, 21 marzo 2013 – Il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente ha firmato un’ordinanza con la quale si stabilisce la chiusura della scuola dell’infanzia e della scuola primaria di Pagliare di Sassa per i giorni di domani e dopodomani, sabato 23 marzo.  (continua)

CHIUSA SCUOLA A RISCHIO CROLLO DOPO LA RISTRUTTURAZIONE

Accusate di truffa sette persone tra tecnici, amministratori locali e imprenditori I lavori realizzati, e costati mezzo milione di euro, dovevano migliorare le condizioni strutturali dell’edificio. Invece, c’è il sospetto che le abbiano solo peggiorate, tanto da costringere il pm Fabio Papa a chiedere il sequestro della scuola di Fossalto per motivi di incolumità. I sigilli sono stati apposti... 

L’AQUILA, “OLTRE IL MUSP”: ASSEMBLEA PER UN POLO SCOLASTICO A SASSA

L’Aquila – La commissione “Oltre il MUSP” invita la cittadinanza ad una assemblea cittadina per condividere gli obiettivi raggiunti per la costruzione di un polo scolastico a Sassa. L’assemblea si terrà presso la circoscrizione di Sassa mercoledì 20 marzo alle ore 17.30. La scuola è un bene comune. Partecipiamo numerosi! Al termine un simpatico brindisi.  (continua)

ECCO TUTTI I VIDEO DELLA PIOGGIA DI METEORITI IN RUSSIA

Vedi anche: Video: Giacobbo “nessun meteorite colpirà la terra” e si scatena l’ironia 15 febbraio – Ecco tutti i video della pioggia di meteoriti che ha provocato violente esplosioni a bassa quota nell’atmosfera negli Urali, a circa 1.500 km da Mosca, e nelle regioni centrali della Russia. Sono oltre 400 le persone rimaste ferite secondo quanto riferito il ministero... 

E’ RUZZLE MANIA, SI STUDIA PREVENZIONE A SCUOLA

5 febbraio 2013 – Sono due milioni gli italiani che giocano a Ruzzle, il nuovo rompicapo enigmistico con cui, avendo a disposizione 12 lettere, bisogna costruire più parole possibili: lo fanno con lo smartphone o attraverso Facebook e sta diventando una nuova dipendenza.  (continua)

TERREMOTO: 50% SCUOLE SENZA CERTIFICATO AGIBILITA’

25 gennaio 2013 – “In Italia una scuola su due non ha il certificato di agibilita’, 22 milioni di cittadini e 5,5 milioni di edifici sono esposti ad un elevato rischio sismico: questi dati sono scritti in un manifesto per la messa in sicurezza del territorio che abbiamo inviato a tutti i partiti e a tutti i candidati premier alle prossime politiche”.  (continua)

LAVORI ANTI-SISMICI NELLE SCUOLE: ARRESTATO DIRETTORE DELLA PROVINCIA DELL’AQUILA

Arrestati, la mattina del 3 dicembre 2012, dagli agenti della squadra mobile dell’Aquila il direttore generale della provincia dell’Aquila Valter Angelo Specchio; Giancostantino Pischedda, procuratore speciale di una impresa di Cagliari; e Franco Rossano Palazzo, legale rappresentante di una società di impianti tecnologici con sede a Foggia. Specchio è rinchiuso nella casa circondariale... 

TERREMOTO, LEGAMBIENTE: SCUOLE A RISCHIO CROLLO IN CAMPANIA

11 novembre 2012 – Ancora luci ed ombre per la qualità dell’edilizia scolastica in Campania. Una situazione, quella campana, che in graduatoria vede Benevento seconda città del sud dopo Lecce, Napoli prima tra le grandi città del sud, Avellino, Caserta e Salerno nella seconda parte della classifica.  (continua)

IL 44% DELLE SCUOLE HA ALMENO 32 ANNI, IL 59% È IN ZONE SISMICHE

Il sostituto procuratore di Torino Raffaele Guariniello, in una lettera al ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, fa notare che la situazione della sicurezza nelle scuole “é ormai un’emergenza nazionale” e trasmette al ministro anche una relazione del presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, il quale sostiene che la mancanza di fondi “potrebbe portare a soluzioni drastiche... 

10 ANNI FA IL TERREMOTO A S.GIULIANO: ANCORA 800 FAMIGLIE FUORI CASA

vedi anche: Scuole Sicure, ecco la mappa del rischio sismico nelle scuole italiane “Il doloroso ricordo dei ventisette bambini e dell’insegnante che persero la vita, ancora impresso nella coscienza del Paese, impone alle istituzioni il massimo impegno per garantire la continuità di politiche di intervento per la messa in sicurezza degli edifici scolastici”. E’ il passaggio... 

TERREMOTO DI MAGNITUDO 2.4 IN PROVINCIA DI ANCONA, EVACUATA SCUOLA ELEMENTARE

Una scossa di terremoto e’ stata avvertita dalla popolazione della provincia di Ancona; le localita’ prossime all’epicentro sono Offagna, Osimo e Polverigi. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico e’ stato registrato alle 9,27 con magnitudo 2.4. Evacuata, solamente per motivi precauzionali, la scuola elementare... 

RAPPORTO SULLA SICUREZZA DELLE SCUOLE: QUELLE ITALIANE NON SONO SICURE

Scuola Elementare di San Giuliano di Puglia Vedi anche: Riaprono le scuole, ma sono antisismiche? “La sicurezza delle nostre scuole è ancora un traguardo lontano”. Questo, in sintesi, ciò che emerge dal X Rapporto sulla sicurezza qualità e comfort degli edifici scolastici dell’associazione Cittadinanzattiva. Un’indagine su 111 edifici scolastici di 10 regioni: Campania, Calabria,... 

EMILIA ROMAGNA, PERCHÉ LE SCUOLE NON HANNO UN INDICE DI RISCHIO SISMICO?

Vedi anche: Terremoto: la tua scuola è a rischio? Ecco la mappa #Scuolesicure: Aiutaci a conoscere gli edifici a rischio sismico di Elisabetta Tola, da Wired.it – Seicentodiciassette le scuole verificate in Emilia Romagna dal 2003 a oggi. Questa regione, particolarmente coinvolta dopo il terremoto del maggio scorso, è la prima in Italia per numero di verifiche sismiche effettuate. In assoluto... 

SCUOLA A 5 ANNI? MEGLIO DI NO

18 settembre 2012 – Cominciare la scuola a 5 anni come gli inglesi? “Meglio seguire l’esempio della Finlandia, dove l’età di ingresso tra i banchi è 7 anni e i risultati scolastici sono migliori. In ogni caso, per cominciare prima, l’intera didattica della scuola elementare dovrebbe essere rivista ed adeguata alle esigenze di apprendimento specifiche di alunni più piccoli”.  (continua)

TERREMOTO EMILIA: LA SCUOLA RIPARTE CON VARI DISAGI

17 settembre 2012 – Doppi turni, tensostrutture, delocalizzazioni. La scuola parte, anche nelle zone terremotate. Ma con qualche disagio. Sono molti, infatti, gli studenti che hanno iniziato l’anno scolastico in strutture provvisorie, che devono spostarsi nei paesi o nelle frazioni vicine o che faranno lezione al pomeriggio anziche’ al mattino.  (continua)

FOTO: IN EMILIA SI LAVORA PER RIAPRIRE SCUOLE DANNEGGIATE

Aule trasformate in cantieri negli istituti colpiti dai terremoti del 20 e del 29 maggio. Si va avanti senza sosta per tentare di ripristinare l’agibilità e la sicurezza degli edifici. In Provincia di Modena, venti cantieri sono già all’opera e altri 9 apriranno a breve. da SkyTg24.it    (continua)

DOPO IL TERREMOTO LA RICOSTRUZIONE FARAONICA CHE DETURPA SAN GIULIANO

Dieci anni fa il terremoto del Molise. Crollò la scuola: 27 bambini e la maestra morti. Quella che vedo oggi non è più la cittadina di un tempo ma un ciclopico esperimento urbanistico, fatto con inaudito sperpero di denaro pubblico. SAN GIULIANO DI PUGLIA (Campobasso) – Siamo abituati a parlare degli anni berlusconiani come di un’epoca di torbidi: torbidi nei palazzi di potere, nei rapporti... 

TERREMOTO EMILIA: PARTE L’INIZIATIVA “ADOTTA UNA SCUOLA”, COME PARTECIPARE

18 giugno 2012 – Sostenere le Cl@ssi 2.0 dell’Emilia Romagna colpite dal sisma attraverso l’iniziativa, avviata dall’Ufficio Scolastico Regionale, ‘Adotta una scuola‘. E’ l’appello lanciato dalla Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi (Ufficio V) alla comunita’ degli Istituti del Piano Nazionale Scuola Digitale affinche’... 

EMILIA: I BAMBINI DEL TERREMOTO

Sono quasi centomila i bambini colpiti dal terremoto in Emilia, e quasi la metà vive nelle tendopoli. Per sostenerli e aiutarli a ritrovare il sorriso e a smaltire la paura, Save The Children ha aperto quattro Aree a Misura di Bambino. Sono quasi centomila i bambini colpiti dal terremoto. Abitano nelle province di Ferrara, Modena, Mantova, Bologna, Reggio Emilia e Rovigo e quasi cinquantamila di loro...