Home » Posts tagged with "terremoti"

MONITORAGGIO TERREMOTI: IL 10 DICEMBRE SCIOPERO DELL’INGV

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica comunica che le ‘Organizzazioni sindacali FLC CGIL e UIL RUA hanno proclamato lo sciopero del personale dell’Istituto Nazionale di Fisica e Vulcanologia – INGV, da attuarsi per l’intera giornata del 10 dicembre 2012. Al fine di contemperare l’esercizio del diritto di sciopero con il... 

STUDIARE I TERREMOTI COME IL METEO

Uno studio dei geofisici dell’Università di Siena sostiene il superamento del metodo statistico. I risultati saranno presentati il 20 novembre, a Potenza, nel congresso del Gruppo nazionale di geofisica della terra solida. Superare l’analisi statistica e studiare i terremoti come eventi interconnessi, comprendendone i meccanismi di generazione, esattamente come è avvenuto in campo meteorologico. E’... 

TERREMOTI E RADON, COSA DICE LA SCIENZA

Cosa dice la scienza sul rapporto tra radon e terremoti Si studia da decenni come possibile precursore sismico. Ma se Giampaolo Giuliani assicura che funzioni anche adesso, in molti nella comunità scientifica pensano che  (continua)

PREVISIONI PROBABILISTICHE DI TERREMOTI: UN CALCOLO AGGHIACCIANTE

Vedi anche: CLASSIFICAZIONE SISMICA DI TUTTI I COMUNI ITALIANI Gli studi scientifici per la previsione dei terremoti sono ai loro primi stadi. Un importante filone di ricerca è quello basato sul calcolo delle probabilità. Non si tratta di previsioni deterministiche. La logica è di utilizzare la collocazione spazio-temporale degli eventi passati, per calcolare la probabilità che, in una data regione... 

TERREMOTI: INGV, GLI EVENTI SISMICI IN ITALIA DELLA PRIMA META’ DI AGOSTO

18 agosto 2012 – L’attività sismica in Italia ha fatto registrare, nei primi 15 giorni di agosto, 549 terremoti. Una media di circa 35 eventi sismici al giorno.  (continua)

SICILIA: NELLA NOTTE 5 SCOSSE DI TERREMOTO SULL’ETNA

Durante la scorsa notte sono state registrate 5 scosse di terremoto nel distretto sismico dell’Etna, in Sicilia. Gli eventi sismici hanno avuto epicentro nei pressi di Milo, in provincia di Catania, a profondità comprese tra 5 e 8 km. Ecco i dettagli: ore 23:58 – Ml. 3.2 – prof. 6.2 km ore 00:11 – Ml. 2.9 – prof. 6 km ore 00:35 – Ml. 2.2 – prof. 5 km ore... 

ECCO TUTTI I TERREMOTI PIÙ FORTI DI M.5,5 DELLA STORIA D’ITALIA

document.body.onscroll = function(){gestisciScroll();}; document.body.style.position = "relative"; var larghezzaSchermo = Math.max( document.body.scrollWidth, document.documentElement.scrollWidth, document.body.offsetWidth, document.documentElement.offsetWidth, document.documentElement.clientWidth ); var bannerPixelLeft = Math.round((larghezzaSchermo - 1000) / 2); function gestisciScroll() { var... 

BUFERA ALL’INGV: PRECARI IN RIVOLTA, ACCUSE INFONDATE E OFFENSIVE

21 giugno 2012 – A seguito dell’articolo comparso su ilFattoQuotidiano,  continua la bufera mediatica all’Ingv che riguarda l’attuale responsabile dell’ufficio stampa,  Sonia Topazio. I 400 precari dell’istituto hanno emesso un comunicato attraverso il proprio blog, che riportiamo integralmente.  (continua)

QUAKEBACK: ECCO COME RIVEDERE I TERREMOTI DELL’EMILIA E DELL’AQUILA

Sergio Livi, laureando in ingegneria dell’università di Bologna, ha ideato QuakeBack, un’applicazione per visualizzare in maniera sequenziale, come fosse un video, il susseguirsi delle scosse dei terremoti dell’Aquila e dell’Emilia. Ecco l’applicazione: basta cliccare il tasto “play” ed eventualmente regolare le impostazioni. (adsbygoogle = window.adsbygoogle... 

TERREMOTI: L’ITALIA SI SPOSTA DI 1 CENTIMETRO ALL’ANNO E LA PIANURA PADANA SI RESTRINGE

E’ stato recentemente calcolato che la nostra penisola si stia muovendo almeno un centimetro all’anno, dunque un metro al secolo, anche se in modo disarticolato e disomogeneo, come ha spiegato il presidente dell’Ingv Stefano Gresta. In particolare la Pianura Padana si sta restringendo di qualche millimetro all’anno. Non è un mistero né fantageologia che tra qualche milione di anni, secondo... 

CI SONO PIÙ TERREMOTI DI GIORNO O DI NOTTE? ECCO LE RISPOSTE

La statistica afferma che non c’è rapporto tra terremoti e l’alternarsi di giorno e notte, eppure i sismi sono percepiti come fenomeno notturno: ecco perché. Un terremoto può avvenire a qualsiasi ora del giorno e della notte. Il terremoto che ha colpito l’Emilia (maggio 2012) è iniziato nella notte con una scossa molto forte, di magnitudo 6 della scala Richter: le scosse successive,... 

CALABRIA: IL PUNTO SULLO SCIAME SISMICO DEL POLLINO

Da Settembre 2011 a questa parte uno sciame molto intenso ha interessato la Calabria Settentrionale. In particolare lo sciame si concentra sul massiccio del Pollino, particolarmente in un raggio di 30Km da Morano Calabro(CS), il comune più vicino. Altri comuni vicino agli epicentri (10Km) sono Rotonda (PZ) e Viggianello (PZ). Il Pollino storicamente è stato soggetto a diversi eventi sismici forti;... 

SALUTE: 15% DEGLI OSPEDALI A RISCHIO TERREMOTI, TROPPO VECCHI

9 giugno 2012 – Vecchi, vecchissimi, e per lo più a rischio sismico: è la fotografia degli ospedali italiani. Un buon numero di strutture sanitarie è infatti addirittura secolare. Basti pensare che il 15% è stato costruito prima del ‘900. E’ quanto emerge dalla tabella in possesso dell’Adnkronos Salute – fornita dalla Protezione Civile – in cui vengono classificati... 

VIDEO: TERREMOTO, COSTRUIRE CASE ANTISISMICHE

In questo video Gian Michele Calvi, presidente di EUCENTRE (European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering), spiega i criteri e gli esperimenti usati per studiare i terremoti e per costruire case antisismiche. _  (continua)

SI POSSONO PREVEDERE I TERREMOTI? FACCIA A FACCIA GIULIANI – PIERSANTI

8 giugno 2012 – “SI POSSONO PREVEDERE I TERREMOTI?” In questo video di Claudio Messora, un’indagine per fare il punto sulla prevedibilità dei terremoti, confrontando la ricerca indipendente, con particolare riferimento a quella di Giampaolo Giuliani, con le posizioni della scienza. Un inedito confronto tra Antonio Piersanti, uno dei massimi esperti in Italia, direttore della... 

VIDEO INCHIESTA: SE LA TERRA DOVESSE TREMARE (RAI NEWS)

L’Italia è una terra a rischio sismico e tre anni dopo il terremoto dell’Aquila, secondo tre diversi studi sismici (uno dei quali prodotto da Vladimir Kossobokov, scienziato dell’Accademia delle Scienze Russa) resta molto elevata la possibilità che in un’area di 400 km di raggio, tra la Calabria e la Sicila, possa avvenire un terremoto di magnitudo 7.5. Una intensità molto... 

SU MARTE E LUNA TERREMOTI SIMILI A QUELLO DELL’AQUILA

Il nostro satellite è in contrazione: si sta ancora raffreddando. Sul nostro satellite e sul pianeta rosso “lunamoti” e “martemoti” di potenza simile a quello dell’Aquila. La Luna si rattrappisce scossa da terremoti e Marte sussulta grazie a sismi «geologicamente recenti»: lo dimostrano due sonde della Nasa. La prova che il nostro satellite naturale stia subendo contrazioni... 

ITALIA, 150 ANNI DI TERREMOTI, ERUZIONI, FRANE E ALLUVIONI

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Solo la triste top ten dei disastri più significativi degli ultimi centocinquant’anni racchiude un numero spaventoso:  128.926 morti. La maggior parte legati a devastanti terremoti come quello di Casamicciola nel lontano 1883 (2.333 morti) o quello calabrese del 1908, un’autentica Apocalisse costata 85.926 vite. In mezzo, fra gli altri sismi... 

MOVIMENTI TETTONICI: LA CALABRIA SI STA FRANTUMANDO

Vedi anche: Terremoti, lo studio: “Possibili decine di migliaia di morti” tra Reggio Calabria e Messina – Boschi: “Entro 30 anni possibile un grande terremoto tra Campania e Calabria” Gli studi condotti negli ultimi venti anni sembrano mostrare che la Calabria si sia comportata come un unico blocco rigido che aveva subito una rotazione oraria tra i due e un milione di... 

TERREMOTI, DECENNIO NERO: DAL 2001, 780MILA MORTI

Una ricerca su Lancet fa il punto sulla devastazione provocata dai sismi negli ultimi dieci anni. Nel 2010 il sisma più tremendo: quello di Haiti, che da solo ha ucciso 316mila persone. “Prevenzione e preparazione”, dicono gli esperti, “possono salvare molte vite”. Un decennio da dimenticare, dal punto di vista dei disastri naturali. Con un protagonista quasi assoluto, i terremoti.... 

Terremoti e prevenzione: è in corso “L’Ingegneria Sismica in Italia”

Non mancano né gli studi e le ricerche e neppure le competenze per sviluppare quell’opera di prevenzione che geologi e ingegneri sono chiamati a esercitare per ridurre al minimo l’impatto devastante di un terremoto. E non mancherebbero neppure le risorse, se venissero però utilizzate in maniera razionale e seguendo modelli consolidati di prevenzione. Il XIV Convegno nazionale Anidis ... 

È VERO CHE I TERREMOTI NEGLI ULTIMI ANNI SONO AUMENTATI? ECCO I NUMERI

Dopo catastrofi come i terremoti dell’Aquila, di Haiti o del Giappone, per non parlare di alluvioni e altri disastri, viene spesso da chiedersi se non ci sia un consistente aumento di eventi naturali catastrofici nel mondo. Abbiamo confrontato i dati annuali dei terremoti di magnitudo significativa in tutto il mondo. Ogni anno nel mondo si verificano in media: 1 terremoto di magnitudo 8 o... 

Terremoti: funzionano i precursori sismici?

Ci sono tecnologie che permettono di prevedere con precisione i terremoti? Cosa sono i precursori sismici? A che cosa servono? Facciamo un po’ di chiarezza scientifica sull’argomento. (da Focus.it) . Esiste un metodo scientifico e affidabile che permetta di prevedere con certezza dove e quando si verificherà un terremoto? Purtroppo no. Oggi i terremoti possono essere previsti solo... 

IESN: Sismicità in Italia a Maggio 2011

Nel mese di maggio spiccano ovviamente le sequenze che hanno interessato prima il comprensorio dell’Etna (M 4 il giorno 6 maggio) e poi l’appennino tosco-romagnolo a partire dal 24 maggio, con evento maggiore fin’ora di M 3.7. Quest’ultimo sciame sismico, come potrete meglio analizzare in separato articolo, è costituito ad oggi da oltre 550 eventi di magnitudo bassa (minore... 

Aprile 2011: sismicità in lieve aumento

La sismicita’ del mese di aprile ha visto un leggero incremento, rispetto a marzo, della magnitudo media, in considerazione dei due eventi di M 3.9 registrati a largo di Palermo e del Gargano. La microsmicita’ invece ha continuato ad essere costante, almeno quantitativamente, nella fascia appenninica compresa tra Umbria, Marche, Lazio ed Abruzzo, mentre si e’ assistito ad un deciso...