TROPPE POLEMICHE A ROMA, BERTOLASO SI RITIRA «FARÒ IL SINDACO A L’AQUILA»

CONDIVIDI

guidobertolaso_wide

ROMA – Dopo le insistenti pressioni di una parte del centro-destra ed i continui attacchi di Salvini, Guido Bertolaso ha deciso di ritirare la propria candidatura a sindaco di Roma.

Un importante dirigente di Forza Italia avrebbe detto che la candidatura di Bertolaso ormai stava portando «troppe adesioni al fronte che rema contro… la spaccatura rischiava di regalare ancora una volta Roma al centro-sinistra». Da queste premesse (e soprattutto dagli ultimi sondaggi) è nato un summit, protrattosi per molte ore, in cui si è deciso di ritirare la candidatura.

In serata dovrebbe essere ufficializzato il nuovo nome per la poltrona di sindaco di Roma e si fanno sempre più insistenti le voci che vedono candidato Franco Gabrielli, attuale Prefetto della Capitale. La svolta a sorpresa sembra piacere anche a Giorgia Meloni, che potrebbe ritirare a sua volta la candidatura e sostenere Gabrielli, sanando le spaccature nel centro-destra romano.

L’aspetto più curioso è quello secondo cui Bertolaso non avrebbe preso affatto male la notizia: ai suoi collaboratori avrebbe riferito che «a Roma ormai ci sono troppe polemiche ed è meglio farsi da parte… ma alla candidatura a sindaco dell’Aquila non rinuncio… è una città che in un certo senso mi appartiene, la conosco bene e so di cosa ha bisogno… sarà come finire un lavoro che ho iniziato nel 2009 e non ho ancora portato a termine».

Quindi dopo aver definito Roma una “città terremotata” nei primi giorni di campagna elettorale, Bertolaso potrebbe trovarsi nel 2017 ad amministrare L’Aquila, una vera città terremotata, in cui ha lavorato nel post sisma e in cui, non bisogna dimenticarlo, potrebbe ancora avere qualche problema giudiziario.

In ogni caso, la nuova strategia del centro-destra ha avuto il benestare di Berlusconi, che di recente ha annunciato di voler tornare a L’Aquila proprio insieme a Bertolaso.

fonte: bit.ly/1QKROKR

_

_

_

pesce_sindacoSembra proprio un pesce d’Aprile …almeno per ora! :-)