Home » Articoli tecnici

TERREMOTO L’AQUILA: LA DEFORMAZIONE È INIZIATA 3 ANNI PRIMA

INGV: Osservata dai satelliti una deformazione precedente al terremoto dell’Aquila Identificata, con una ricerca iniziata nel 2011, una deformazione della superficie topografica (subsidenza) di circa 15 mm, all’interno di due bacini in prossimità dell’area epicentrale del terremoto dell’Aquila del 2009, legata probabilmente alla fase preparatoria del terremoto. La ricerca,... 

INGV: STUDIO PER VALUTARE COME PREVEDERE I TERREMOTI

UNO STUDIO ITALIANO PER VALUTARE COME PREVEDERE I TERREMOTI Il nuovo lavoro dei sismologi dell’Ingv è stato pubblicato su Science Advances: gli scienziati hanno valutato l’attendibilità di un modello statistico per prevedere i terremoti (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); di Sandro Iannaccone – Wired.it – Spoiler alert: i terremoti, al momento, non si possono prevedere.... 

POLLINO: LE FAGLIE CHE SCORRONO SENZA GENERARE TERREMOTI

CNR: Radar satellitari e Gps rilevano scorrimenti di faglie asismici (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Evidenziata per la prima volta in Italia, nella zona del Pollino, la presenza di movimenti lenti di faglia durante le sequenze di terremoti di bassa magnitudo che contribuiscono a spiegare perché, rispetto al resto dell’Appennino, in quest’area i terremoti di magnitudo più... 

FAGLIA INVERSA: I TERREMOTI CHE APRONO VORAGINI SULLA TERRA

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); I terremoti possono realmente aprire la crosta terrestre in due, proprio come nei film catastrofistici. Nuovi studi svelano meccanismi finora sconosciuti, che possono  (continua)

L’ALGORITMO CHE PREVEDE I TERREMOTI IN LABORATORIO

L’intelligenza artificiale per “ascoltare” i terremoti. “Prevede quelli in laboratorio” Grazie al “machine learnign”, l’algoritmo riesce a fare previsioni accurate di quando accadrà la prossima scossa. Ha funzionato su dei modelli di faglie in fase di test al  (continua)

GEOFISICA: ATLANTE DEL MONDO SOTTERRANEO

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Là dove le placche tettoniche si scontrano tra loro la crosta oceanica si tuffa nel mantello, sino a raggiungere le sue parti più profonde. Questo alimenta il ciclo continuo della tettonica delle zolle, oltre al vulcanismo che si manifesta prepotentemente in aree come il Giappone e le Ande, e tutto ciò è anche causa di forti terremoti  (continua)

INGV: PRIMI RISULTATI SUL TERREMOTO DEL 30 OTTOBRE 2016

Ricercatori del CNR e dell’INGV hanno rilevato le deformazioni del suolo causate dall’ultimo evento sismico del 30 ottobre attraverso le immagini radar dei sensori della costellazione Sentinel-1 del Programma Europeo Copernicus. I risultati, seppur preliminari, mostrano una deformazione che si estende per un’area di circa 130 chilometri quadrati e il cui massimo spostamento è di almeno 70 cm,... 

INGV: PREVISIONI PROBABILISTICHE DI TERREMOTI ENTRO IL 2022

Vedi anche: – CLASSIFICAZIONE SISMICA DI TUTTI I COMUNI ITALIANI – INGV: MAPPA INTERATTIVA DELLE FAGLIE ITALIANE Non siamo in grado di prevedere i terremoti, però i sismologi utilizzano dei modelli per calcolare la probabilità di un evento sismico in una determinata zona ed in un determinato periodo di tempo (vedi tabella in basso). L’INGV ha fornito e sta fornendo con continuità... 

INGV: VULCANI E TERREMOTI, IL ”SONNO” DEI COLLI ALBANI

L’area vulcanica dei Colli Albani, alle porte di Roma, rimasta in assoluto stato di quiete da 36.000 anni a questa parte – nonostante miti e leggende che hanno accreditato eruzioni fino in epoca romana – è attiva e a diversi chilometri di profondità si sta accumulando nuovo magma, facendo presagire un risveglio tra migliaia di anni. A sostenerlo, uno studio firmato INGV, Sapienza... 

TERREMOTI: LA FAGLIA DI SANT’ANDREA PRONTA A ESPLODERE?

Potremmo essere vicini al temuto Big One, madre e padre di tutti i terremoti: lo sostengono i geologi statunitensi. Può sembrare il trailer di un nuovo film catastrofista, ma non è così: l’allarme arriva da un gruppo di sismologi di  (continua)

TERREMOTI GIAPPONE E ECUADOR: NON È DA ESCLUDERE UNA RELAZIONE

In pochi giorni due terremoti superiori a Magnitudo 7. Non è da escludere una relazione. Pur essendo distanti migliaia di chilometri l’uno dall’altro il terremoto del Giappone potrebbe aver  (continua)

COS’È LA PERICOLOSITÀ SISMICA?

Con pericolosità sismica si intende lo scuotimento del suolo atteso in un sito a causa di un terremoto. Essendo prevalentemente un’analisi di tipo probabilistico, si può definire un certo scuotimento solo  (continua)
Tags: ,

COME SI PROPAGANO LE ONDE SISMICHE ALL’INTERNO DELLA TERRA

da BluePlanetHeart – Un’interessante simulazione, realizzata dal consorzio IRIS, in collaborazione con l’Università di Binghamton, dello stato di New York, ci mostra come si propagano le onde sismiche all’interno del pianeta, in questo caso durante il devastante terremoto di Mw 9.1 avvenuto all’isola di Sumatra nel 2004  (continua)

IN CINA SI PROVA A PREDIRE I TERREMOTI CON GLI ANIMALI

Prevedere l’arrivo di un terremoto grazie all’osservazione degli animali è un metodo antico che però finora ha dato risultati molto parziali, poco scientifici e assolutamente inutilizzabili per evitare vittime. Ora però in Cina  (continua)

VIDEO: FUCINO, UN CRATERE CHE RIBOLLE DOPO LA SCOSSA M. 4,1

Il fenomeno naturale scoperto grazie al rumore del gas che ribolle nell’acqua. L’Ingv: un fenomeno  (continua)

INGV: INIZIO E FINE DELLA SEQUENZA SISMICA DELL’AQUILA

Un argomento dibattuto in questi ultimi anni è stato il momento di inizio e di fine della sequenza sismica dell’Aquila del 2009. Si è discusso inoltre delle caratteristiche della sismicità che ha preceduto il terremoto del 6 aprile: si trattò di uno sciame? O il termine fu  (continua)

INGV: I POLI MAGNETICI DELLA TERRA POTREBBERO INVERTIRSI

I risultati di uno studio condotto negli Appennini e diretto dai geologi italiani di Ingv e Igag. Si ignora perché questo avvenga, ma potrebbe avere gravi ripercussioni sulla nostra civiltà tecnologica. 6 ottobre 2014 – È più concreta di quanto si credesse la possibilità che l’inversione dei poli magnetici terrestri – che potrebbe avere gravi ripercussioni sulla nostra civiltà tecnologica... 
Tags: ,

UN TERREMOTO CATASTROFICO POTREBBE COLPIRE ISTANBUL?

È la conclusione di un’équipe di ricercatori del Mit: la capitale turca potrebbe essere colpita da un grande terremoto nei prossimi decenni.  (continua)

GEOLOGI: IL 12% DELL’ITALIA HA GRANDE VULNERABILITÀ SISMICA

In caso di terremoti intensi, ben il 12% dei territori italiani registra frane, cedimenti o liquefazioni del suolo, ma è la quasi totalità del Paese (83%) a mostrarsi a grande vulnerabilità sismica in quanto predisposto a potenziali amplificazioni forti per  (continua)

LE SCOSSE RAVVICINATE AMPLIFICANO GLI EFFETTI DEL TERREMOTO

Possono “sommarsi” e avere effetti ancora più distruttivi. La scoperta è un gruppo di ricerca italiano dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia (Ingv). Scosse di terremoto ravvicinate possono  (continua)
Tags:

TERREMOTI: INGV LAVORA SU PREVISIONE PROBABILISTICA SETTIMANALE

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia sta studiando uno strumento per la previsione settimanale della pericolosità in Italia.  (continua)

REGISTRATA DAI SISMOGRAFI L’ESPLOSIONE DELLA FABBRICA DI BOTTI

Durante l’incendio del 9 luglio alla fabbrica di fuochi d’artificio Paolelli di Tagliacozzo, si sono avvertite alcune esplosioni e un tremore in tutta l’area intorno alla fabbrica. Come riporta l’ANSA: “In base al racconto di alcuni testimoni, al momento dell’esplosione la terra ha tremato per chilometri. Le case hanno tremato al punto che si era pensato a un terremoto.” Siamo andati... 
Tags:

GRANDI TERREMOTI: NEL 2014 UNO DEI PIÙ ALTI TASSI DI SEMPRE

Se pensate che ci siano stati più terremoti del solito quest’anno, avete ragione. Un nuovo studio ha riscontrato che ci sono stati più del doppio di grandi terremoti nel primo trimestre del 2014 rispetto  (continua)
Tags:

VIDEO: SULLO STROMBOLI PER ANALIZZARE L’ATTIVITÀ ERUTTIVA

Analizzare l’attività eruttiva dello Stromboli attraverso video ad alta velocità e immagini con telecamere infrarosse, registrare il suo “lieve respiro” con una rete di microfoni e sismografi, ricostruire  (continua)

10 DOMANDE AI RICERCATORI INGV A 2 ANNI DAL TERREMOTO IN EMILIA

Per questa occasione abbiamo pensato di proporre 10 domande ai ricercatori dell’INGV che stanno studiando questo terremoto e cercare quindi di fare il punto su quanto è stato compreso finora. 1) Dal punto di vista geologico, i terremoti del 20 e 29 maggio 2012 sono stati una sorpresa?  (continua)