Home » A Memoria

31 marzo 2009: l’intervista video a De Bernardinis, il verbale della commissione grandi rischi

Ricordiamo, ad un anno di distanza, il verbale della riunione della Commissione Grande Rischi. E l’intervista video a Bernardo De Bernardinis (Dipartimento Protezione Civile Nazionale, vicecapo settore tecnico-operativo). L’Aquila, 31 marzo 2009, il Verbale in formato elettronico (pdf) Sono presenti, per la commissione grandi rischi. Prof. Barberi (vicepresidente). Prof Boschi (INGV).... 

Versi in memoria dei ragazzi del 6 aprile

6 APRILE 2009 UNA VITA SPEZZATA Mentre il mondo ti crollava addosso correvi a piedi nudi lasciando dietro di te tutto ciò che avevi perché nulla era più importante della tua giovane vita. Gridavi, piangevi e ti domandavi come mai la vita, che prima ti sorrideva, ti abbandonasse a un destino avverso rubandoti l’ultimo respiro. Quanti sogni infranti ! Quanti progetti dispersi nel nulla ! Ma in quei... 

L’Aquila, il 6 aprile lutto cittadino

Il sei aprile prossimo, ad una anno dal disastroso terremoto, a L’Aquila sara’ lutto cittadino. Lo ha deciso stamani il Consiglio comunale dell’Aquila che, all’unanimita’, ha recepito una mozione della quale era primo firmatario il consigliere Bernardi. Il sindaco Massimo Cialente ha intanto annunciato che ora bisognera’ studiare, anche con la Commissione Statuto, i meccanismi per... 

6 febbraio 2010 – giornata del ricordo

A 10 mesi dal terremoto i familiari, le associazioni e i comitati cittadini ricordano le 308 vittime insieme a Dacia Maraini. Una fiaccolata partira’ alle 17,30 dalla Villa Comunale (ingresso via XX Settembre) per raggiungere la Casa dello Studente, luogo simbolo di tante giovani vite perdute. Sit in poi in Piazza Duomo e microfono aperto per chiunque voglia intervenire.  (continua)

L’Aquila, 6 gennaio 2010 – ricordiamo le promesse (video)

A 9 mesi dal terremoto ricordiamo una promessa del presidente del consiglio, e l’attuale realta’ a L’Aquila. “…per completare il tutto entro la fine di novembre, primi giorni di dicembre…il totale di persone sfollate  che saranno sotto un tetto,  con una villa o un appartamento dotati di tutti i confort eccetera, alla fine saranno in totale 34-35.000” (Silvio... 

Casa dello studente: la rabbia dei familiari

di Marina Marinucci, da ilCentro.it “Dalla perizia emerse cose che sapevamo. Impossibile perdonare chi ha causato questo scempio” Non hanno organizzato fiaccolate e commemorazioni pubbliche per i nove mesi trascorsi dal terremoto. Ma ieri, come avviene ormai il giorno sei di ogni mese, si sono ritrovati comunque lì, in via XX Settembre, davanti a quel che resta della Casa dello studente... 

L’altra verità: L’Aquila, il Centro Storico (Video da TVUNO)

Quando e’ stato creato questo sito web avevamo intuito che l’informazione sul terremoto, dalla gestione dell’emergenza abitativa alla successiva ricostruzione, correva alcuni rischi di obiettivita’. A L’Aquila sono state fatte delle cose buone, sicuramente. Ma parlare di Miracoli, di modello da esportare a livello mondiale, di citta’ rinata, di centro storico aperto,... 

Terremoto: familiari vittime, «tutti gli aquilani si oppongano al processo breve»

Le adesioni si possono inviare anche all’indirizzo di posta elettronica: antoniettacentofanti@libero.it «Dobbiamo sapere chi ha ucciso i nostri figli» I familiari delle vittime chiedono a tutti gli aquilani «di opporsi ad una legge che vanificherebbe il diritto alla chiarezza e alla giustizia; un diritto che ci riguarda tutti e la cui salvaguardia e’ l’unico strumento che abbiamo a disposizione... 

1 Dicembre 2009 – chiuse tutte le tendopoli in Abruzzo

1 dicembre 2009.  Sono trascorsi 239 giorni dal terremoto del 6 aprile. Tutte le tendopoli sono state chiuse: le ultime 13 persone sono state sistemate in alberghi e nella caserma Campomizzi a L’Aquila. Circa 18mila persone sono distribuite tra alberghi e case private nell’Aquilano e nelle altre province. Oltre 1.500 persone sono ospitate tra la scuola Gdf di Coppito e la caserma... 
Tags:

Errata Corrige – parole e promesse, in libertà, sul terremoto a L’Aquila

Articolo in aggiornamento…continuo… Le promesse, le frasi, le parole pronunciate con superficialita’. Con il terremoto non si scherza, e con i morti e le sofferenze non si fa  campagna elettorale o un continuo show mediatico…che possa  aumentare l’audience televisiva o l’immagine dei politici venuti “in passerella” (il TG1 il 7 Aprile, ed il TGcom, ... 

A proposito di Onna: fra tante fanfare ringraziamo i veri artefici del progetto…

I TRENTINI! Mentre Bruno Vespa riesce a scombussolare il palinsesto televisivo di  RAI e Mediaset (link su Repubblica.it), spostando le trasmissioni Ballarò di Giovanni Floris e Matrix, per preparare l’ennesimo show teatrale di Silvio Berlusconi a L’Aquila, desideriamo ricordare chi ha veramente contribuito alla realizzazione del villaggio di Onna, la Protezione Civile della Provincia... 
Tags: ,

Bertolaso: “Ci potevano essere meno morti”

da ilCentro «I morti potevano non esserci e soprattutto essere molti meno tra i giovani. Confido in coloro che devono individuare le responsabilita’: e’ giusto che non si chiami fatalita’ ciò che poteva essere evitato». E’ quanto scrive Guido Bertolaso al padre di un ragazzo deceduto. Sono parole forti quelle che il capo della Protezione civile usa per rispondere con una toccante... 

L’AQUILA, 6 APRILE 2009: LE VITTIME DEL TERREMOTO

Le statistiche citano oltre 300 morti. Un elenco delle vittime accertate, ed il ricordo di chi le ha conosciute, e’ disponibile in questo “MEMORIALE DEL DOLORE” sul sito del quotidiano “Il Centro” Non si hanno ancora dati a disposizione sull’aumento statistico dei decessi, non legati al terremoto in sé, ma alle condizioni disagevoli successive allo stesso, materiali...