Energia termica e fotovoltaica: Fontecchio (AQ) e Sant’Omero (TE) fra i primi 10 posti

CONDIVIDI

Il Campionato Solare è una competizione tra Comuni, nata con lo scopo di capire e raccontare i risultati di diffusione del solare termico e fotovoltaico nei territori italiani. È curato da Legambiente e realizzato in collaborazione con la Fiera Klimaenergy di Bolzano, dove si è svolta l’edizione 2011 della gara, alla quale hanno partecipato 3.921 Comuni italiani (il 48,4% del totale), che ospitano sia impianti solari termici che fotovoltaici. Di questi, 2.260 sono piccoli Comuni (con meno di 5.000 abitanti), 1.276 sono Comuni medi (tra 5.001 e 20.000 abitanti), 341 Comuni medio grandi (con un numero di abitanti compreso tra 20 mila e 100 mila) e 44 grandi Comuni (> 100.000 mila abitanti). Sul totale delle amministrazioni “iscritte” solo le 50 migliori per categoria sono entrate nella classifica finale.

I dati trattati provengono dal GSE, da Comuni, Province, Regioni, da aziende, privati ed Enti Pubblici. Le classifiche mettono in luce i risultati più importanti realizzati nei Comuni in termini di risposta del solare ai fabbisogni delle famiglie (elettricità e acqua calda sanitaria, riscaldamento delle case) e sono elaborate in funzione della popolazione residente, proprio perché diverse sono le situazioni nei grandi, medi e piccoli comuni. In Abruzzo abbiamo due bei risultati: il Comune di Fontecchio (Aq) si è posizionato al quarto posto nella graduatoria dei piccoli Comuni (fino a 5mila abitanti) e Sant’Omero (Te) è al settimo posto nella classifica dei Comuni medi (tra 5mila e 20mila abitanti).

La distribuzione geografica dei Comuni nelle prime 10 posizioni in entrambe le classifiche mette in evidenza come la diffusione di questa tecnologia e le eccellenze riguardi ormai l’intero Stivale: se infatti nella scorsa edizione si registravano 10 Comuni su 10 appartenenti al Nord Italia, quest’anno sono 5 quelli del Centro e Sud Italia ad essersi distinti nella diffusione di questi impianti.

I Comuni vincitori del Campionato solare parteciperanno alla RES Champions League, la competizione tra le migliori esperienze dei Governi locali nello sviluppo delle fonti rinnovabili.

«Il solare è oggi il migliore investimento nel futurodichiara Luzio Nelli, della segreteria regionale di LegambienteUn cambiamento del modello energetico è infatti oggi possibile e a portata di mano, lo dimostrano i dati del GSE, per cui l’Italia ha superato i 10mila MW di fotovoltaico installato, ma ancora di più i Comuni vincitori del Campionato Solare. Perché in questi territori il contributo degli impianti termici e fotovoltaico ha già superato i fabbisogni delle famiglie, grazie anche ad attente politiche di risparmio energetico, che hanno permesso di spingere l’innovazione e aiutare in questa direzione cittadini, associazioni, imprese. In Italia, come nel resto d’Europa, le migliori esperienze sono infatti quelle dove gli Enti Locali hanno contribuito alla spinta delle energie pulite attraverso l’informazione dei cittadini, l’introduzione di regole semplici per i progetti, il coinvolgimento dei diversi attori imprenditoriali»