MONTAGNA: RITROVATO SCIATORE RUSSO DISPERSO A ROCCARASO

CONDIVIDI

soccorso_alpino

L’Aquila, 2 gennaio 2014 – Lo sciatore russo scomparso nella zona dell’Aremogna è stato ritrovato lungo la strada che dagli impianti di Monte Pratello porta a Rivisondoli (L’Aquila): sci in spalla e scarponi ai piedi, tornava tranquillamente a casa.

A riconoscerlo e a fermarlo un addetto agli impianti di risalita che insieme alle forze dell’ordine e ai volontari del soccorso alpino lo stava cercando dalle prime ore del pomeriggio dopo che era scomparso alla vista degli amici che stavano sciando con lui.

Si temeva che fosse finito in un dirupo o peggio, sotto qualche slavina. E invece, lui, ingegnere russo di circa quaranta anni, aveva preferito allontanarsi per sciare da solo. All’impiantista che lo ha fermato poco dopo le 20,30 ha detto semplicemente di aver deciso di tornarsene a casa a Rivisondoli, senza sentire il bisogno di avvertire né gli amici, né tantomeno i gestori degli impianti. L’uomo, abituato alle temperature rigide del suo paese, avrà pensato che una passeggiata dagli impianti a Rivisondoli non sarebbe stata poi così pericolosa, non sapendo che nel frattempo si era mobilitata la macchina dei soccorsi.