A 4 ANNI DAL TERREMOTO A L’AQUILA, PALAZZO DI 10 PIANI INAGIBILE A PESCARA?

CONDIVIDI

pescara_viale_dannunzio_259A circa quattro anni dal terremoto, una perizia di parte ha consentito di stabilire l’inagibilità di un edificio di dieci piani in viale d’Annunzio 259-261, a Pescara.

La stabilità del palazzo, alle prese con un problema di pendenza dal 1988, si è aggravata con il sisma. La relazione dei tecnici (quattro) è stata trasmessa al Comune ed il sindaco ha subito emesso un’ordinanza di inagibilità. L’annuncio è stato dato questa mattina a Palazzo di Città dal vice sindaco Berardino Fiorilli.

Lo stabile di viale d’Annunzio oggi di tipo E (cioè gravemente lesionato) sarebbe uno dei primi ad avere subito a Pescara danni per il terremoto del 6 aprile 2009. Se così fosse, e dopo i rilevamenti dei tecnici del Comune, in caso di eventuale messa in sicurezza, si potrebbe fare ricorso ai fondi per la ricostruzione post-terremoto.

Ad oggi nei dieci piani sono occupati diciotto appartamenti sui quaranta complessivi, così come quattro locali commerciali su cinque. Gli occupanti dello stabile dovranno ora trovare una nuova sistemazione; alcuni stanno già provvedendo con l’aiuto di amici e parenti.

«L’inclinazione dello stabile – ha spiegato il responsabile tecnico del Comune Pierpaolo Pescara – potrebbe però portare alla decisione dell’impossibilità della messa in sicurezza e dunque portare all’abbattimento dell’edificio che è confinante da un lato con un altro palazzo».

fonte: Il Messaggero