TERREMOTO: AUMENTO IVA TOGLIE 80 MILIONI ALLA RICOSTRUZIONE

CONDIVIDI

(di Alberto Orsini, da AbruzzoWeb) – Potrebbe costare 80 milioni di euro in dieci anni alla ricostruzione dell’Aquila e del “cratere” l’aumento dell’Iva deciso dal governo con la legge di stabilità.

Il conto è presto fatto: tra il piano di ricostruzione siglato dal Comune dell’Aquila (da 7,3 miliardi) e la stima fatta per le altre 56 amministrazioni (2,8) si arriva a un costo complessivo per la riparazione dei centri storici di circa 10 miliardi.

Applicando l’incremento dell’alituota dal 10 all’11 per cento per i lavori e dal 21 al 22 per cento per le spese tecniche e generali esce fuori la cifra di 80 milioni sonanti.

Senza contare gli emolumenti per i presidenti di consorzio o per gli amministratori di condominio, proprietari di partita Iva e quindi anch’essi soggetti alla “stangatina” (continua a leggere su AbruzzoWeb)