RICOSTRUZIONE L’AQUILA: IL SENATO CI RIPROVA, EMENDAMENTO DA 1,2 MILIARDI

CONDIVIDI

Massimo-Cialente-sindacoUn emendamento in sede conversione in legge del decreto 43/2013, relativo alle emergenze, per 1 miliardo e 200 milioni di euro, a copertura delle annualità 2014-2019, verrà presentato dal governo e relazionato in aula dal senatore Giuseppe Esposito, membro del “Comitato speciale per l’esame dei disegni di legge di conversione di decreti legge”.

Lo rende noto il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente.

“Fin da stamani – ha dichiarato il primo cittadino – ho preso parte, insieme con l’assessore alla Ricostruzione Pietro Di Stefano, ai lavori di preparazione delle commissioni Quinta (Bilancio), Ottava (Lavori pubblici) e Tredicesima (Ambiente e Territorio) del Senato, per la decisiva votazione sulla conversione in legge del decreto 43 del governo Monti”.

“All’incontro erano presenti il presidente dell’Ottava commissione, Altero Matteoli, il relatore dell’emendamento Esposito, i sottosegretari Claudio De Vincenti (Sviluppo economico) e Giovanni Legnini (Attuazione programma di governo), Stefania Pezzopane, il capo ufficio di gabinetto del ministero per la Coesione territoriale Alfonso Celotto, il coordinatore degli Uffici speciali per la ricostruzione, Paolo Aielli, e l’ex parlamentare Giovanni Lolli – riferisce Cialente – L’emendamento che è stato predisposto all’esito dell’incontro stanzia 1 miliardo e 200 milioni di euro per le annualità 2014-2019 e prevede un meccanismo di anticipazione bancaria, in base al quale gli oneri vengono comunque coperti dal contributo per la riparazione dell’abitazione”. [continua a leggere su AbruzzoWeb]