LA MAPPA DI 150 ANNI DI TERREMOTI IN ITALIA (1861 – 2011)

CONDIVIDI

Questa mappa (scarica il PDF, 5 mb) mostra i forti terremoti nell’arco di 150 anni, fino al 2011 (si veda anche il video relativo a 150 anni di storia sismica).

Dall’Unita’ d’Italia ad oggi il nostro Paese e’ stato colpito da più di 170 terremoti forti, fortissimi o addirittura catastrofici. Di questi, 12 sono stati distruttivi (Intensita’ massima MCS [Mercalli-Cancani-Sieberg] Imax > X) e hanno provocato complessivamente più di 130 mila vittime.

Il terremoto del 1908 (M 7.2, Imax X-XI) a Messina e Reggio Calabria e’ stato il più forte di questi ultimi 150 anni con più di 80 mila vittime e la distruzione quasi totale delle due citta’ che si affacciano sullo Stretto.

Il più recente terremoto e’ quello avvenuto in Abruzzo il 6 aprile 2009 (M 6.3, Imax IX-X).

In Italia ci sono zone con caratteristiche di sismicita’ molto diverse:
– aree in cui i terremoti si verificano spesso, con energia generalmente moderata, ma che possono produrre danni (per es. Emilia Romagna e Lazio);
– zone dove avvengono molti terremoti deboli e pochi terremoti più violenti, in media ogni secolo, i cui effetti possono raggiungere o superare intensita’ IX MCS (per es. Toscana, Umbria, Marche, Basilicata e Friuli);
– aree con forti terremoti e pochi terremoti più deboli.

Queste ultime sono le zone dove si verificano i terremoti più gravi in assoluto perché l’energia accumulata per lungo tempo viene rilasciata tutta insieme (per es. Calabria, Sicilia, Campania e Abruzzo).

Data

Area

Magnitudo
M

Intensita’ Imax
04/10/1870 Calabria – Cosentino 6,2 X
29/06/1873 Veneto – Bellunese 6,3 IX-X
12/03/1873 Marche meridionali 5,9 IX
06/12/1875 Puglia – S. Marco in Lamis 6,1 VIII
28/07/1883 Campania – Casamicciola 5,8 X
23/02/1887 Liguria occidentale 6,3 X
16/11/1894 Calabria meridionale 6,1 IX
08/09/1905 Calabria 7,1 X-XI
23/10/1907 Calabria meridionale 5,9 IX
28/12/1908 Calabria meridionale 7,2 XI
07/06/1910 Campania, Basilicata – Irpinia 5,9 IX
27/10/1914 Toscana – Garfagnana 5,8 VII
13/01/1915 Abruzzo – Avezzano 7,0 XI
16/08/1916 Alto Adriatico 5,9 VIII
17/05/1916 Alto Adriatico 5,9 VIII
26/04/1917 Toscana, Umbria 5,8 IX-X
10/11/1918 Emilia Romagna 5,8 VIII
29/06/1919 Toscana – Mugello 6,2 IX
07/09/1920 Toscana – Garfagnana 6,5 X
07/03/1928 Calabria – Capo Vaticano 5,9 VIII
23/07/1930 Campania – Irpinia 6,7 X
30/10/1930 Marche – Senigallia 5,9 VIII-IX
18/10/1936 Veneto – Bosco Cansiglio 5,9 IX
03/10/1943 Marche – Offida 5,8 IX
21/08/1962 Campania – Irpinia 6,2 IX
15/01/1968 Sicilia – Valle del Belice 6,1 X
06/05/1976 Friuli 6,4 IX-X
15/09/1976 Friuli 5,9 VIII-IX
15/04/1978 Sicilia – Golfo di Patti 6,1 VIII
19/09/1979 Umbria – Valnerina 5,9 VIII-IX
23/11/1980 Campania, Basilicata – Irpinia 6,9 X
07/05/1984 Lazio – Abruzzo 5,9 VIII
05/05/1990 Basilicata – Potentino 5,8 VII-VIII
26/09/1997 Umbria – Marche 6,1 IX
06/09/2002 Sicilia – Palermo 5,9 VI
31/10/2002 Molise 5,8 VIII-IX
06/04/2009 Abruzzo 6,3 IX-X