RICOSTRUZIONE: IL DECRETO CHE FISSA I PALETTI SU AVVIO CANTIERI, PROGETTISTI E IMPRESE

CONDIVIDI

L’Aquila 20 aprile 2012 – E’ stato pubblicato il decreto n. 108 del Commissario delegato per la Ricostruzione, che recepisce ed attua le disposizioni previste dall’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 4013 del 23 marzo scorso.

All’articolo 1 il decreto stabilisce che è compito del Comune verificare il rispetto delle tempistiche per l’avvio dei cantieri: 30 giorni dalla concessione del contributo per la ricostruzione degli immobili dell’edilizia privata, come previsto all’articolo 6, comma 1, dell’opcm 4013/2012. “Il mancato rispetto di tali termini – si legge nel testo – comporta la decurtazione del contributo in misura pari al 0, 5% per ogni mese di ritardo, fino ad un massimo del 5%”.

L’articolo 2 chiarisce come i progettisti possono documentare l’adeguatezza dei “livelli di affidabilità e di professionalità” (come previsto all’articolo 7 dell’ordinanza 4013) in base alla trasparenza dell’attività professionale svolta nella ricostruzione post-sisma in Abruzzo, comprovata anche mediante l’iscrizione su questo sito (in un’apposita sezione in via di allestimento), e l’esperienza almeno biennale maturata nella riparazione di immobili, attestata mediante curriculum vitae.

Infine all’art. 3 il decreto recepisce e approva l’avviso pubblico per la formazione di un elenco di operatori economici per gli interventi sugli immobili privati danneggiati dal terremoto del 6 aprile 2009, pubblicato sul sito del Commissario.

Decreto n. 108 del 18.4.2012

Allegato al Decreto n. 108 del 18.4.2012