TERREMOTO: 226 MILIONI PER RICOSTRUIRE LUCOLI, OVINDOLI E ROCCA DI CAMBIO

CONDIVIDI

Lucoli (Aq), dopo il 6.4.2009

Prende forma amministrativa la ricostruzione dei comuni di Rocca di Cambio, Ovindoli e Lucoli. Questa mattina il presidente della Regione e Commissario per la ricostruzione, Gianni Chiodi, ha sottoscritto insieme con il presidente della Provincia, Antonio Del Corvo, e i sindaci dei tre centri dell’aquilano l’intesa sui Piani di ricostruzione dei tre comuni che insieme con Rocca di mezzo, il cui Piano di ricostruzione e’ stato gia’ sottoscritto, costituiscono l’Area omogena 9.

Dal punto di vista tecnico, i tre Piani di ricostruzione oggetto dell’intesa di oggi prevedono una spesa complessiva di 226 milioni di euro, di cui 206 saranno destinati per il rifacimento dell’edilizia privata; 16,7 milioni per l’edilizia pubblica e di culto; 3,8 milioni per reti e spazi pubblici.

Nel dettaglio, il comune di Rocca di Cambio avra’ 48 milioni di euro, di cui l’82% per edilizia privata, il 10% per quella pubblica e l’8% per reti e spazi pubblici. Al comune di Ovindoli andranno 11,5 milioni di euro, con l’86% all’edilizia privata e il 14 a quella pubblica; mentre, infine, al comune di Lucoli andranno 166 milioni di euro, quasi tutti destinati (il 94%) all’edilizia privata.

L’intesa di oggi fa salire a 13 i Piani di ricostruzione sottoscritti per un importo complessivo destinato di 640 milioni di euro. I Piani di ricostruzione sono stati prodotti dall’Universita’ “La Sapienza” di Roma – Dipartimento di Architettura, al quale e’ andato il ringraziamento sentito dei presidenti Chiodi e Del Corvo e dei sindaci “per il grande lavoro portato avanti in questi mesi”, soprattutto “perche’ fatto operando direttamente sul territorio a contatto con le esigenze dei cittadini”.