TERREMOTO: CHIODI SE NE VA, ECCO LA LETTERA INVIATA A MONTI

CONDIVIDI

L’Aquila, 6 lug. – “Ho appena comunicato al Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti la decisione di rimettere immediatamente il mio mandato da Commissario Delegato per la Ricostruzione nelle sue mani“. Lo annuncia il commissario delegato per la ricostruzione e presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi. “Ho da tempo preannunciato che dopo le elezioni amministrative, ritenendo superata la fase dell’emergenza, avrei rimesso il mio mandato per passare il testimone alle istituzioni locali, ciascuna per la parte di propria competenza.

Questo passaggio, secondo i patti, ci sarebbe dovuto essere il 30 giugno scorso. Non essendo cio’ avvenuto, non sono disposto ad aspettare oltre – dice Chiodi in una nota – essendo sempre piu’ urgente che le istituzioni locali assumano su di loro ogni responsabilita’ circa la ricostruzione, senza piu’ avere alibi e ‘capri espiatori’. Ho evidenziato al Presidente del Consiglio la necessita’ che le competenze sulla ricostruzione passino effettivamente alle istituzioni locali, senza tentazioni accentratrici, nel rispetto totale del dettato costituzionale. Diversamente, non si tratterebbe della cessazione del commissariamento, ma solo del cambio del soggetto che esplica le funzioni di commissario.

Ho ricordato a Monti quanto e’ stato fatto e che tutto e’ stato approntato affinche’ la ricostruzione dei centri storici puo’ ora essere avviata: dai cantieri chiusi a quelli avviati fuori il perimetro dei centri storici, al dettagliato e valido corpus normativo approntato, agli interventi conclusi e avviati sugli immobili pubblici, sulle scuole e ai contributi e incentivi in tema di rilancio economico. Ora – prosegue Chiodi – il governo deve consentire che le attivita’ materiali di ricostruzione, perche’ cio’ e’ quello che bisogna fare nei prossimi anni, possano tranquillamente e celermente essere condotte dagli enti competenti, che hanno legittimazione popolare.

Del resto, essendo queste mere attivita’ di ordine esecutivo anche il Sindaco dell’Aquila e i suoi colleghi di partito possono porle in essere con successo. Ora, nella qualita’ di Presidente della Regione Abruzzo, il mio compito sara’ quello di garante della ricostruzione dei territori colpiti dal sisma, a tutela delle legittime aspettative dei cittadini aquilani e degli altri comuni interessati”.

Scarica la lettera del commissario Chiodi al Presidente Monti