GIAPPONE, TERREMOTO MAGNITUDO 7.3 GENERA ONDA TSUNAMI

CONDIVIDI

tsunami_25101325 ottobre 2013 – Un terremoto di magnitudo 7.3 ha colpito la costa orientale del Giappone.

Il sisma, riferisce l’US Geological Survey, e’ stato registrato a una profondita’ di 10 chilometri alle 03:10 locali, nella prefettura di Miyagi, una delle aree gia’ colpite dal violento terremoto/tsunami che nel 2011 devasto’ il Paese. Le autorita’ hanno diramato un’allerta giallo per un possibile Tsunami – la cui entita’ non e’ possibile prevedere con esattezza al momento – che a minuti investira’ la costa.

La Japan Meteorological Agency issued ha emesso l’allerta giallo tsunami, il piu’ basso, che viene diramato quando non ci si attende un onda anomale superiore al metro di altezza, molto piu’ bassa di quella che l’11 marzo 2011 investi’ con effetti devastanti la centrale nucleare di Fukushima. Il terremoto del 2011 ebbe una potenza vedastante, magnitudo 9, e innesco’ un onda di 13 metri, che riusci’ a superare le barriere alte 10 metri della centrale nucleare di Fukushima.

Le autorita’ giapponesi hanno ordinato l’evacuazione in via precauzionale del personale della centrale atomica di Fukushima, mentre la Tepco, che gestisce l’impianto, ha fatto sapere che al momento si non registra alcuna anomalia a seguito del sisma. La centrale fu fortemente danneggiata durante il terremoto/tsunami che nel 2011 devasto’ il Paese e i danni subiti provocarono la piu’ grande crisi atomica mai registrata nella storia dopo il disastro di Chernobyl.

Lo tsunami, per cui era stato diramato l’allarme a seguito del terremoto, si e’ manifestato in un’onda alta 30 centimetri, che ha colpito la prefettura di Ishinomaki senza causare danni. Ne da’ notizia l’emittente Nhk.