Il Cavaliere straparlante: “Ricostruita tutta L’Aquila”

CONDIVIDI

Articolo tratto da ilFattoQuotidiano del 16 settembre 2010

Convinto di arrivare a fine legislatura. E pronto a dichiarare senza tema di smentite di aver ricostruito tutta L’Aquila. Stavolta per le sue esternazioni Silvio Berlusconi ha scelto un’intervista a Le Figaro. D’altra parte, il panorama internazionale per lui e’ sempre un’occasione di vendere la sua verita’. […]
Poi, passa ad annoverare i suoi successi: “Ho affrontato con successo tre grandi difficolta’: l’emergenza rifiuti a Napoli, il terremoto a L’Aquila e la crisi Alitalia.
“In tempi record, abbiamo soccorso 65 mila sinistrati e ricostruito una citta’ intera per coloro che avevano perso la casa – ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi – abbiamo anche ricostruito tutte le scuole distrutte – ha aggiunto il premier – e fatto in modo che alla ripresa dell’anno scolastico 2009, tutti gli alunni e gli studenti potessero riprendere le lezioni”. […]
Le magniloquenti dichiarazioni su L’Aquila, però, provocano lo sdegno di chi sa come vanno le cose nel capoluogo abruzzese. “Invito il direttore de Le Figaro a venire a L’Aquila, dove 48 mila persone non tornano a casa propria, dove centri storici sono cumuli di macerie e dove la cassa integrazione e’ aumentata 800 volte rispetto a prima del 6 aprile”. Così Stefania Pezzopane, responsabile ricostruzione del Pd, commenta le affermazioni di Silvio Berlusconi nell’intervista a Le Figaro. “Continua la campagna demagogica di Berlusconi che – prosegue – utilizza con cinismo e spregiudicatezza una tragedia e i suoi morti. Mi chiedo come si faccia, contemporaneamente, a dire alle potenze estere di venire a ricostruire i nostri monumenti distrutti e affermare che la citta’ e’ ricostruita.
Siamo di fronte a una palese menzogna

NdR: e’ proprio vero, comunque la si voglia leggere siamo di fronte a palesi menzogne che continuano a fornire una realta’ dei fatti ben differente da quella che si vive a L’Aquila. Menzogne che arrivano dal Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana, incapace di affrontare i problemi nella loro realta’, piegando la verita’ ai suoi sogni e bisogni personali.
“Questa e’ L’Aquila OGGI, secondo Silvio Berlusconi. Come aquilani conosciamo bene una realta’, e siamo quindi anche in grado di interrogarci sulle altre, proposte quotidianamente, da Silvio Berlusconi.